Salta al contenuto

“Tutto è pronto per la riapertura il 29 agosto prossimo di tutti i nidi d’infanzia comunali e privati convenzionati e di tutte le scuole dell’infanzia comunali, oltre che di alcune paritarie”.

Lo fa sapere Fabrizio Castellari, vice sindaco ed assessore alla Scuola. Il Comune ha infatti condiviso di confermare anche per quest’anno l’anticipo di una settimana della loro apertura, rispetto alla tradizionale data del primo lunedì di settembre (quest’anno cade il 5 settembre), per offrire alle famiglie che rientrano al lavoro in questo periodo, con i figli in questa fascia di età, l’opportunità di usufruire fin da subito di questo servizio.

Per l’anno educativo che sta per cominciare, le iscrizioni al nido d’infanzia consolidano i numeri di quelli precedenti e confermano la grande attenzione delle famiglie imolesi verso questo primo tratto del percorso educativo di ogni bambino e bambina. Anche per l’anno educativo 2022/2023 i numeri dicono che i nidi sono richiesti dalle famiglie per oltre il 50% dei bambini/e in età, con punte fino al 60% per la fascia da 24 a 36 mesi. Si parla infatti di 304 posti già pronti ad accogliere i nuovi ingressi sui 632 posti complessivi (di cui 342 nei servizi comunali, pari a circa il 55% dell’intera offerta e 290 nei servizi convenzionati, pari a circa il 45%).

“A rendere possibile questa forte richiesta sono in particolare due elementi. In primo luogo la qualità consolidata, oramai da decenni, dei servizi educativi che la città garantisce nel segmento 0/6, che sono un fiore all’occhiello riconosciuto anche fuori territorio e che, soprattutto, sono molto apprezzati dalle famiglie – spiega Fabrizio Castellari -. In secondo luogo, la sinergia totale e costruttiva fra i servizi gestiti direttamente dal Comune e quelli gestiti dal privato convenzionato, che porta ad aumentare la qualità, oltre che la quantità dell’offerta. Una sinergia che da quest’anno si è ulteriormente rafforzata anche grazie al lavoro del Tavolo tecnico 0/6 della Città di Imola, avviato a partire dall’inizio del 2022 e che vede la presenza di tutti i soggetti pubblici e privati che erogano servizi nella fascia 0/6, con la cabina di regia guidata dal Comune attraverso i suoi Servizi all’infanzia. Questa sinergia è davvero un valore aggiunto che garantisce la possibilità di dare risposta a tutte le domande, di fatto azzerando le liste d’attesa, al di là del livello fisiologico”.

Per quanto riguarda la scuola dell’infanzia (scuola materna), relativa al segmento 3/6 anni, il 29 agosto apriranno le 22 sezioni comunali, per ospitare oltre 500 bambini e bambine, mentre tra le 18 sezioni delle scuole paritarie alcune riapriranno lo stesso giorno e tutte le altre il 5 settembre. Ricordiamo che le 27 sezioni statali riprenderanno l’attività educativa il 15 settembre prossimo, come da disposizioni ministeriali e da calendario regionale, che vedono in quella data l’avvio dell’attività educativa e didattica in tutti gli istituti statali, di ogni ordine e grado.

Da segnalare, infine, che giovedì 1 settembre il sindaco Marco Panieri ed il vice sindaco ed assessore alla Scuola, Fabrizio Castellari, come ogni anno in occasione della riapertura dei servizi, faranno visita ad alcune sezioni di nidi e materne.

Ultimo aggiornamento

20-09-2022 10:09