Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Tu sei qui: Home / Notizie / TARI 2020: emessa la prima rata

TARI 2020: emessa la prima rata

Il tributo è di competenza comunale, viene gestito da Hera e incassato direttamente dai Comuni. Quest’anno previste due rate al posto delle usuali tre

Cos'è TARI

La TARI è la tassa che copre i costi del servizio di gestione dei rifiuti solidi urbani e la sua riscossione è affidata ad Hera Spa, che emette due o più rate con scadenze previste da regolamento comunale, seguite da conguaglio l’anno successivo.
Come previsto per legge, il calcolo della Tari tiene conto delle superfici dichiarate o accertate e della composizione del nucleo familiare risultante dai dati anagrafici forniti periodicamente dai Comuni.

Avvisi di pagamento in consegna - scadenza 30 settembre

È in consegna in questi giorni l’avviso di pagamento della prima rata della Tari con scadenza di pagamento 30 settembre 2020.

Quest’anno gli otto Comuni hanno ridefinito il calendario delle scadenze Tari pianificando due sole rate, diversamente dagli anni precedenti in cui erano previste tre rate nel corso dei 12 mesi.
La ridefinizione è conseguente alle criticità derivanti dal lockdown e alla delibera dell’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente 158/20, che prevede l’entità delle riduzioni da applicare alle aziende coinvolte nelle chiusure imposte nell’emergenza.

In questa bolletta Hera spa ha inserito la dicitura “periodo dal 1/1/2020 al 30/4/2020” per esigenze operative di bollettazione, ma l'azienda precisa che la richiesta di pagamento è riferita al dovuto Tari 2020 per quattro mesi alle stesse tariffe 2019, trattandosi di un acconto sui primi sei mesi dell’anno.
Con l’avviso di pagamento della seconda rata, che avrà scadenza al 2 dicembre e coprirà la restante parte dell’anno, saranno applicate le agevolazioni previste da specifici provvedimenti relativi al lockdown da covid-19 per le utenze non domestiche interessate.

Modalità di pagamento

La Legge 225/16 prevede (dal 1 ottobre 2017) l’incasso diretto della Tari nel conto di tesoreria del Comune: non è consentito domiciliare presso le banche il pagamento della tassa.

Il pagamento è possibile solo con modello F24, che sarà allegato (già  precompilato)  all'avviso di pagamento;  il pagamento con F24 è gratuito e può essere effettuato presso un qualsiasi sportello bancario o postale del territorio italiano.

Resta l’obbligo di pagamento in via telematica, direttamente o mediante intermediari, per i titolari di partita iva.

Approfondimenti e informazioni

Numero verde Hera dedicato 800.999.004 da lunedì a venerdì ore 8.00-22.00 e sabato ore 8.00-18.00.
In alternativa è possibile rivolgersi presso gli sportelli Hera del territorio

Hera Spa - comunicato stampa

Pubblicato da

ultima modifica 02/09/2020 15:23 — pubblicato 02/09/2020 15:23