Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Tu sei qui: Home / Notizie / Palazzo comunale su via Appia: nelle prossime settimane potranno cominciare i lavori di restauro conservativo

Palazzo comunale su via Appia: nelle prossime settimane potranno cominciare i lavori di restauro conservativo

Il Consiglio di Stato accoglie l’impugnazione presentata dal Consorzio assegnatario degli interventi contro la precedente sentenza del Tar dell’Emilia Romagna

A partire dalle prossime settimane potranno prendere il via i lavori di restauro conservativo e miglioramento sismico dell’intera porzione nord del palazzo comunale di Imola denominato “Palazzo Nuovo”. Ovvero la porzione delimitata ad ovest dalla Via Appia, a nord da Via San Pier Grisologo, ad est dalla Piazzetta del Tempo Libero e che a sud è collegata alla restante porzione del palazzo comunale, tramite il voltone soprastante la via Emilia.

Dopo anni di impugnazioni, sospensioni cautelari e rinvii, la quinta sezione del Consiglio di Stato ha accolto l'impugnazione presentata dal Consorzio Innova, difeso dall'avv. Giuseppe Girani, per l’annullamento della sentenza del Tar dell’Emilia Romagna che nel 2019 aveva accolto il ricorso proposto dall’impresa Gino Moletta, difesa avv. Flavio Maria Bonazza, contro Area Blu s.p.a., difesa avv. Michele Ottani, che al termine dei lavori della Commissione Giudicatrice aveva aggiudicato la gara al Consorzio Innova.

Con questa pronuncia, i lavori vengono quindi definitivamente assegnati al Consorzio Innova, risultato vincitore della gara, evidenziando nel contempo il comportamento assolutamente corretto della Commissione Giudicatrice e di Area Blu.

“Si tratta di un’ottima notizia, perché dopo anni sblocca un cantiere finalizzato ad un intervento strategico per continuare la riqualificazione del centro storico e andare nella direzione di riportare gli uffici comunali nel cuore della città, possibilmente in edifici di proprietà dell’Amministrazione stessa” commenta il sindaco Marco Panieri.

“Le opere sono principalmente finalizzate al consolidamento strutturale dell’edificio, ma con l’occasione si realizzerà una riqualificazione e riorganizzazione degli spazi che in futuro avranno, almeno in parte, destinazione diversa da quelle attuali. Anche questi lavori serviranno a dare ulteriore decoro al Centro Storico” spiega Pierangelo Raffini, assessore ai Lavori Pubblici.

 

La proposta progettuale - La proposta progettuale consiste, per il piano terra nell’operare una serie di interventi volti a restituire dignità architettonica agli spazi, valorizzando, nella parte settentrionale l’ingresso al Palazzo Nuovo dalla Via Appia, mentre il resto degli spazi del piano, come pure quelli del piano rialzato, potranno essere destinati ad ospitare attività commerciali ad oggi di tipologia non specificamente definita. I piani primo e secondo saranno destinati ad accogliere nuovamente uffici e spazi di rappresentanza dell’Amministrazione comunale. Per quanto riguarda infine il piano interrato il progetto prevede l’alloggiamento della centrale termica e di alcuni locali tecnici. Sarà oggetto di valutazione il posizionamento di nuovi servizi igienici.

Per i lavori, il cui importo è di 2 milioni e 200 mila di euro (+ IVA), è prevista una durata di due anni.

 

Pubblicato da

ultima modifica 08/02/2021 08:43 — pubblicato 04/02/2021 22:30