Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Tu sei qui: Home / Notizie / Nubifragio di questa mattina: le conseguenze in sintesi

Nubifragio di questa mattina: le conseguenze in sintesi

30 settembre 2021

Tra le ore 4 e le ore 6 di questa mattina, giovedì 30 settembre, la quantità cumulata di pioggia caduta in un’ora e mezza su Imola è stata di più di 50 mm.
Per capire il rilievo del fenomeno, basti pensare che la quantità cumulata di pioggia annua media di Imola, dal 1946 al 2020, è di 783 mm (nel 2020 è stata di 520mm).

Questa enorme quantità di pioggia, concentrata in un tempo ristretto, ha causato problemi e disagi, fra l’altro, a strade e sottopassi, scuole, palestre ed allo stesso municipio.

Tempestivamente sono intervenuti i Vigili del Fuoco, le Forze dell’Ordine, i tecnici di Hera, tanti dipendenti comunali, i tecnici di Area Blu e i volontari della Protezione Civile che si sono attivati con professionalità ed impegno per ripristinare tutti i servizi e garantire il ritorno alla normalità.

Per quanto riguarda strutture di proprietà o pertinenza comunale (per questo non sono citate altre situazioni, come quelle relative ad una sacrestia della cattedrale, alla sede dell’Itis ‘Alberghetti’ e ad alla quindicina di interventi effettuati dai Vigili del Fuoco e dai volontari dei Vigili del Fuoco di Fontanelice e Medicina), al momento abbiamo notizia delle situazioni sotto riportate.

Visto che i sopralluoghi dei tecnici sono in corso, il quadro qui riportato potrebbe non essere completo.

Strade e sottopassi

Sono rimasti temporaneamente allagati i sottopassi di via Vittorio Veneto - via 1.o Maggio, di via Selice e di via Sellustra, che hanno visto l’intervento di Carabinieri, Polizia di Stato, Polizia Locale, Vigili del Fuoco e volontari di Protezione Civile.
Fra l’altro la Polizia di Stato ha tratto in salvo due automobilisti che erano rimasti intrappolati nelle loro autovetture nel sottopasso allagato di via Vittorio Veneto – via 1.o Maggio. Il sottopasso della Selice è ritornato percorribile verso le 6,15; quello di Vittorio Veneto – via 1.o Maggio attorno alle 8; quello di via Sellustra nel corso della mattinata.

Ruscellamento di fango e detriti che hanno ricoperto la strada si sono registrati in via Bergullo, vicino al civ. 22/A; mentre nella zona di Casola Canina e aree limitrofe i fossi e canali, in particolare il Ladello e il Gambellara erano quasi colmi.

In aggiunta, Area Blu è intervenuta per verificare l'allagamento di una strada privata, in via della Galletta (traversa di via Bergullo), che era stata interessata dal ruscellamento di fango e detriti provenienti da un fosso anch'esso privato.

Municipio

La sede di piazza Matteotti del Comune è stata colpita da un black out - che ha portato alla mancanza di luce, connessione telefonica e internet.
L’energia elettrica è ritornata attorno alle ore 10,10; successivamente sono tornate in funzione anche le linee telefoniche e la connessione internet.

Il blocco delle linee telefoniche e della commessione internet si è avuta anche nelle sedi del Comune di piazza Gramsci, di via Cogne e in Sala Miceti (piazzale Ragazzi del ’99): nel corso della mattinata sono state ripristinate tutte le connessioni e gli uffici hanno potuto riprendere regolarmente l’attività.

Scuole

Disagi e problemi, ma senza l’interruzione dell’attività educativa, si sono registrati nella scuola dell’infanzia comunale Campanella e in misura minore alla scuola dell’infanzia Pambera, nel plesso Rodari mentre nella scuola primaria Campanella due aule sono rimaste inutilizzate fino alle ore 12, poi gli alunni sono potuti ritornare in classe e riprendere le lezioni. Disagi si sono registrati, causa infiltrazioni, anche al plesso “Rodari”, dove comunque le lezioni sono proseguite.

Palestre

Sul fronte palestre, l’acqua è entrata negli spogliatoi della “Veterani dello Sport” e in alcuni locali della ‘Cavina’, senza interessare lo spazio dedicato all’attività sportiva, che in tutte e due i casi al mattino è proseguita da parte delle scuole.

Nel pomeriggio sono proseguiti i sopralluoghi da parte dei tecnici del Servizio Protezione civile del Comune, dell’Ufficio Sport, dell’ufficio Patrimonio e dei tecnici di Area Blu, per completare il quadro della situazione.

La dichiarazione del Sindaco Marco Panieri

 

pioggia caduta 30092021

Imola nubifragio 30092021 dall'alto (puntino rosso)

Pubblicato da

ultima modifica 30/09/2021 20:57 — pubblicato 30/09/2021 20:15