Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Tu sei qui: Home / Notizie / Il Sindaco affida a 5 consiglieri comunali incarichi di studio e approfondimento di specifiche materie

Il Sindaco affida a 5 consiglieri comunali incarichi di studio e approfondimento di specifiche materie

Sono Alan Manara, Bruna Gualandi, Lisa Laffi, Filippo Samachini e Antonio Ussia

Dopo la nomina della giunta e l’insediamento del Consiglio comunale, un nuovo tassello arricchisce la macchina di governo dell’Amministrazione comunale. Questo pomeriggio, infatti, il sindaco Marco Panieri ha incaricato, con decorrenza immediata, 5 consigliere e consiglieri comunali di compiti di studio ed approfondimento di specifiche materie (ai sensi e per gli effetti dell’art. 31 comma 16 dello Statuto Comunale).

I consiglieri incaricati sono Alan Manara, che seguirà i rapporti con le frazioni; Bruna Gualandi la finanza locale; Lisa Laffi i progetti di innovazione scolastica e patrimonio artistico; Filippo Samachini i progetti di recupero e valorizzazione di eventi e luoghi della storia della Città di Imola; Antonio Ussia la promozione delle attività rivolte ai giovani.

Come spiega il sindaco Marco Panieri “i Consiglieri sopra individuati avranno esclusivamente compiti di studio, approfondimento, propositivi e di consulenza a supporto del Sindaco e del Consiglio Comunale ai quali essi riferiranno dell’attività svolta”.

 

Una scelta, quella compiuta dal sindaco, che lo stesso primo cittadino aveva anticipato nella presentazione della giunta e che ha riconfermato anche ieri sera, nel corso dell’insediamento del Consiglio comunale. E che è avvenuta sulla base delle competenze professionali e dei voti ottenuti nelle elezioni amministrative dai consiglieri interessati.

“L’obiettivo – sottolinea il sindaco Marco Panieri - è anche quello di far crescere una nuova classe di amministratori che maturando questa esperienza, potrà poi fra cinque anni essere anche pronta per la guida della città”.

 

Va precisato che l’incarico assegnato non implica l’assunzione di atti a rilevanza esterna, l’esercizio di poteri decisionali, la gestione di risorse finanziarie né l’adozione di atti di natura gestionale. I consiglieri incaricati non parteciperanno alle sedute della Giunta né avranno nei confronti di dirigenti, funzionari e responsabili dei vari Servizi alcun potere ulteriore rispetto a quello spettante a tutti i consiglieri comunali.

Per l’incarico in oggetto non viene riconosciuto alcun compenso. Infine, l’incarico, che può essere revocato in qualunque momento dal Sindaco, ha una durata massima non superiore a quella del mandato.

Pubblicato da

ultima modifica 16/10/2020 14:51 — pubblicato 13/10/2020 18:50