Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Tu sei qui: Home / Notizie / Il cordoglio dell’Amministrazione Comunale per la scomparsa di Antonio Caranti - Il ricordo del presidente Visani

Il cordoglio dell’Amministrazione Comunale per la scomparsa di Antonio Caranti - Il ricordo del presidente Visani

Il cordoglio dell'Amministrazione comunale

Con la scomparsa di Antonio Caranti se ne va una parte importante della storia della nostra città. Ci piace ricordarlo col suo sorriso e la sua fermezza. Quella di un uomo solido che ha attraversato quasi un secolo di vita, dagli anni immediatamente successivi alla Grande Guerra, poi tutto il ‘900, fino al nuovo secolo ed ai giorni nostri.

Solido nei principi e nei valori quanto attento ai cambiamenti ed alle novità. Questo era Caranti. Quando raccontava della ‘sua’ Banda Musicale gli brillavano gli occhi. Ancora di più quando parlava della scuola di formazione musicale che da molti anni la Banda aveva dedicato ai più giovani. Hai portato la Banda Musicale Città di Imola ad essere una grande Filarmonica, apprezzata ovunque, che ha raccolto premi e riconoscimenti in tutta Italia, rendendoci orgogliosi come cittadini imolesi. Numerosi i premi e i riconoscimenti anche dal Comune e dalle varie istituzioni della città.

Lo stemma della Banda Musicale ricalca il gonfalone della Città di Imola e questo fatto ti riempiva di orgoglio, come del resto tutti gli imolesi. Te ne sei andato da presidente in carica della Anbima (Associazione Nazionale delle Bande Italiane Musicali Autonome), un impegno iniziato nel 2007 e durato 14 anni. Per 33 anni, dal 1986 fino al 2019, sei stato presidente della Banda Musicale Città di Imola. A questo incarico ti aveva chiamato l’allora sindaco Bruno Solaroli. Dal 2019, da presidente onorario, avevi lasciato il testimone al col. Franco Camaggi, attuale presidente.

Tra i fondatori locali della Democrazia Cristiana, è stato sempre attento alla politica e sempre lo ha fatto con grande equilibrio e stile.

Caro Antonio, ovvero caro ‘Tonino’, come eri per i tuoi amici più cari, questa città ti deve moltissimo. Deve riconoscenza al tuo impegno tenace, all’amore profondo per la musica e per i giovani e soprattutto per questo nostra Comunità. Quell’esperienza meravigliosa che ha accolto centinaia di persone, riconosciuta e stimata da tutti i cittadini come è la nostra Banda Musicale Città di Imola, è la dimostrazione più viva che quanto hai seminato è cresciuto nella terra buona e ha portato frutti preziosi e duraturi.

Per questo la tua Città ti sarà sempre profondamente grata e riconoscente.

Il ricordo del presidente Roberto Visani

Ieri all'età di 98 anni ci ha lasciato il Commendatore Antonio Caranti, per oltre 30 anni Presidente della Banda musicale della nostra Città.Ai suoi familiari, a quanti gli hanno voluto bene, al Colonnello Franco Camaggi, che dal 2019 ne ha raccolto il testimone alla guida della Banda, esprimiamo il nostro cordoglio e la nostra vicinanza.

Ex partigiano della brigata Sap imolese, dirigente della DC imolese, vicepresidente della Cognetex, vicepresidente provinciale del Coni e attualmente Presidente dell’associazione Nazionale delle Bande italiane autonome. Ha ricoperto diversi ruoli con  grande passione  unitamente a  quella abilità nelle relazioni personali che gli veniva dalla sua formazione politica che non ha mai rappresentato un limite nel suo rapporto con le Istituzioni locali. Ha dato un impulso decisivo all'attività della Banda musicale della Città di Imola e ha accompagnato con entusiasmo lo sviluppo delle sue attività musicali rivolte ai ragazzi e ai giovani.
Aveva un profondo senso delle Istituzioni ed esigeva la presenza dell’amministrazione comunale a tutte le iniziative della Banda musicale, orgoglioso di quella somiglianza fra lo stemma della Banda musicale e il gonfalone della Città che ne sancisce un legame particolare. Una presenza e un sostegno che l’Amministrazione comunale non ha mai fatto mancare alla Banda, forse anche per via della sua statura e dell’imponenza  fisica che Caranti sapeva mettere in campo! 

Grazie Tonino per il dono della tua vita e del tuo servizio. Il tuo esempio sia per noi uno stimolo ad impegnarci per il bene e lo sviluppo della nostra Città.

 

 

Pubblicato da

ultima modifica 25/03/2021 15:31 — pubblicato 24/03/2021 21:55