Giornata Mondiale della Croce Rossa

Giovedì 8 maggio 2020

Una dozzina i mezzi del comitato di Imola della Croce rossa italiana giunti oggi alle 15 in piazza Matteotti e poi schierati a mo' di mezzaluna in un virtuale abbraccio alla città.
Il parco macchine della Cri era quasi al completo, tolto qualche mezzo che si trovava fuori per servizio.

In prima fila una rappresentanza dei volontari, rigorosamente a distanza e con le mascherine, e sulla facciata del palazzo comunale la bandiera della Cri.

La presidente del comitato imolese, Fabrizia Fiumi, ha consegnato al commissario Nicola Izzo, e successivamente a Fabrizio Miccoli, presidente pro tempore della Fondazione Cassa di Risparmio di Imola, "che sempre è stata vicino alla Croce rossa", ha commentato Fabrizia Fiumi, un gagliardetto della Cri e un documento con il sunto delle attività svolte dai volontari in tempo di Covid-19, sottolineando che la Cri è presente a Imola dal 1888.

"Auguri per altri cento anni" ha commentato il dottor Izzo, prima dell'applauso che ha coronato la simbolica festa con cui si è voluto ricordare l'8 maggio, ricorrenza importante per Croce rossa in tutto il mondo.

Al termine dell’odierna celebrazione della Giornata mondiale della Croce Rossa, il Commissario dott. Izzo ha aggiunto: "La celebrazione è un momento di festa cittadino perché quello che ha fatto la Croce Rossa come tutto il mondo del volontariato per la città in questo contesto li rende ampiamente testimoni di una solidarietà unica, di un modo di essere vicini alla gente veramente entusiasmante, per cui la Casa Comunale si onora di poterli ospitare in questa piazza Matteotti. Per l’occasione, nel balcone del palazzo comunale è stata esposta la bandiera della Croce Rossa quale riconoscimento ai loro meriti, alla loro attività, ed è un momento di grande attenzione per quello che ci hanno dato come contributo, come aiuto in questa fase di gestione della emergenza Coronavirus".

La Croce Rossa è impegnata in questi giorni anche nella consegna delle mascherine presso i seggi elettorali, insieme ad altre associazioni di volontariato.

A questo proposito il Commissario ha aggiunto: "Abbiamo cercato di distribuire questi strumenti di protezione nel modo che ci sembrava meno impattante possibile, tentando di non creare difficoltà alla gente, consapevoli che ne erano state già munite le fasce più deboli e le case per anziani. Ci fa piacere che la gente abbia apprezzato questo modo di fare, un modo di fare semplice, di essere vicini ai cittadini perché noi vogliamo che la città venga avanti unita, compatta, consapevole che il suo volontariato è una risorsa importante. Quindi riconoscimento pieno al volontariato e invito tutti a collaborare: date tutti una mano nell’attività di volontariato".

   icona-imamgine Galleria immagini

Pubblicato da

ultima modifica 08/05/2020 20:44 — pubblicato 08/05/2020 20:44