Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Tu sei qui: Home / Notizie / Al via i Campionati italiani 2021 di ciclismo in Emilia-Romagna

Al via i Campionati italiani 2021 di ciclismo in Emilia-Romagna

si corre il 18 e il 20 giugno tra Bellaria Igea Marina, Faenza e Imola. Organizzazione del gruppo ExtraGiro. Attesi in gara, a cronometro e in linea, i più grandi campioni del ciclismo italiano.
ciclismo 2021 - logo

Saranno più di 250 gli atleti e le atlete di assoluto livello al via dei Campionati italiani di ciclismo su strada in programma venerdì 18 e domenica 20 giugno 2021 in Emilia-Romagna, con la prima giornata a Faenza dedicata alle cronometro (Donne Elite, Donne Juniores, Elite Uomini) e la seconda dedicata invece alla gara in linea per Elite Uomini con partenza a Bellaria Igea Marina e arrivo a Imola.

Il week-end di gare è stato presentato giovedì 17 giugno all’Autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola, con la presenza di Giammaria Manghi, capo della Segreteria politica della Presidenza della Giunta regionale - Regione Emilia-Romagna; Ruggero Cazzaniga, vice presidente FCI; Massimo Isola, sindaco di Faenza; Filippo Giorgetti, sindaco di Bellaria Igea Marina; Marco Panieri, sindaco di Imola; Fabio Bacchilega, presidente Con.Ami e consigliere di Amministrazione del Gruppo Hera; Marco Selleri, direttore generale ExtraGiro.

Un fine settimana che vedrà impegnati i più attesi e competitivi atleti italiani del ciclismo su strada, in una Regione come l’Emilia-Romagna che crede tanto nello sport, e in particolare nel ciclismo, con le sue caratteristiche di narrazione ideali per la promozione del territorio.

Le gare vedranno l’organizzazione tecnica del gruppo ExtraGiro, incaricato dalla Federciclismo in accordo con la Lega Ciclismo Professionistico, e con il sostegno di Regione Emilia-Romagna, APT Servizi Emilia Romagna, Con.Ami,  Gruppo Hera e Terre&Motori .

 

Marco Panieri, sindaco del Comune di Imola
L’arrivo ad Imola domenica 20 giugno della gara in linea Elite Uomini rappresenta una grande opportunità per la nostra città. Ringrazio, pertanto, la Regione Emilia-Romagna, gli altri sindaci dei Comuni interessati dai Campionati, gli organizzatori e la Federazione Ciclistica Italiana, che da sempre ci ha sostenuto inserendo questo evento sulla scia del Campionato del Mondo di settembre, ribadendo quanto la bici sia nel nostro dna e facendoci anche riscoprire al mondo, dopo i Mondiali del 1968. Disputare questa gara all'interno dell’autodromo e sulle nostre colline rappresenta anche una grande opportunità turistica, mettendo in luce importanti aspetti dal punto di vista dell’attrattività dei luoghi, ad esempio per il cicloturismo, come motore della ripartenza. Alla base di tutto c’è un progetto turistico che parte da lontano, in un gioco di squadra che comprende anche il Con.Ami, che sta lavorando con i sindaci di un vasto territorio all’interno di Terre&Motori. Un grazie va anche ad Hera, che ha scelto di sostenere questi Campionati Italiani in maniera importante. Il tracciato della gara di domenica sarà stimolante per gli atleti e rappresenterà per Imola una giornata bella da vivere, che consentirà anche di far vedere oltre alle nostre colline ed all’autodromo, anche i luoghi del centro storico della città, a cominciare dalla Rocca sforzesca, vicina all’arrivo della gara. Grazie a queste immagini della città, trasmesse in diretta dalla Rai, potremo vivere oltre ad un importante evento sportivo, anche una grande occasione di promozione turistica, che è ben sintetizzata nel logo dell’evento, che unisce Imola, l’autodromo, l'Emilia-Romagna, la Federazione, gli organizzatori e la bandiera d’Italia in una suggestiva sfida da vincere tutti insieme”.

 

I percorsi

Venerdì 18 giugno 

La cronometro Donne Elite è di 33,3 km con un dislivello di 395 m; dopo il via da Faenza le atlete toccheranno Villagrappa, Terra del Sole, Rocca di Monte Poggiolo (178 m slm), Cima Sabbioni (158 m slm), San Mamante, Santa Lucia, Ponte Rosso e di nuovo Faenza, con l'arrivo in Piazza del Popolo.

La cronometro Donne Juniores è di 15,6 km con un dislivello di 150 m; dopo il via da Faenza le atlete andranno verso via delle Vigne, via Ramona, via Bianzarda di S.Biagio, San Mamante, via San Martino, Ponte Rosso e di nuovo Faenza, con l'arrivo in Piazza del Popolo.

La cronometro Uomini Elite misura 45,7 km e sarà un ottimo test in vista delle Olimpiadi di Tokyo. Il percorso prevede 570 metri di dislivello. Partenza da Faenza in piazza della Libertà per toccare Villagrappa, Terra del Sole, Rocca di Monte Poggiolo (178 m slm), Cima Sabbioni (158 m slm), San Mamante, Santa Lucia, via Agello (166 m slm), Marzeno, Ponte Rosso e di nuovo Faenza, con l'arrivo in Piazza del Popolo.

Domenica 20 giugno 

La gara in linea Uomini Elite prenderà il via da Bellaria Igea Marina; 225,9 km da percorrere per un dislivello complessivo di circa 3.600 metri.

Il gruppo risalirà la Romagna passando per Villalta, Matellica, Carpinello, Forlì, Villanova, Faenza prima di affrontare Cima Monticino (280 m slm) che porta a Riolo Terme dove ci si ricongiunge con le strade dei Campionati del Mondo 2020, affrontando così Cima Galisterna (268 m slm), via Sabbioni e ingresso in Autodromo Enzo e Dino Ferrari. Si transiterà per la prima volta sotto il traguardo che in questa occasione si troverà in viale Saffi a Imola, vicino alla Rocca Sforzesca. Da lì parte il conteggio per gli ultimi quattro giri sul circuito di 31,4 km che in gran parte ricalca il percorso dei Campionati del Mondo 2020: via Bergullo, Cima Mazzolano (137 m slm), Riolo Terme, Cima Galisterna e ritorno in viale Saffi a Imola, per un circuito che misura complessivamente 31,4 km.

 

icona pdf Comunicato stampa integrale

icona linkmodifiche alla viabilità e alla sosta a Imola

icona linkCampionati italiani di ciclismo 18-20 giugno 2021

 

 

[In foto: un'immagine della conferenza stampa del 17 giugno 2021]

conferenza stampa 17 giugno 2021

 

Pubblicato da

ultima modifica 18/06/2021 11:45 — pubblicato 18/06/2021 09:20