Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Tu sei qui: Home / Il Comune / Consiglio Comunale / Presidente / Note / Comunicazione del Presidente del Consiglio Comunale, Roberto Visani
Consiglio Comunale

Comunicazione del Presidente del Consiglio Comunale, Roberto Visani

14 ottobre 2021
Roberto Visani

“Ho ritenuto doveroso all'inizio di questa seduta del Consiglio comunale, massima Istituzione democratica della nostra Città, ricordare gli episodi di violenza che sabato scorso hanno devastato la Capitale e sono culminati nell'assalto alla sede romana della Cgil e al pronto soccorso del Policlinico Umberto I di Roma. Sono scene che portano alla memoria gli anni terribili del fascismo e le devastazioni delle Camere del Lavoro avvenute esattamente 100 anni fa nella primavera del 1921. In questa circostanza intendo esprimere la più ferma condanna di quanto accaduto unitamente alla solidarietà alla CGIL, agli operatori sanitari, alle forze dell'ordine che "in una giornata difficile per l'ordine pubblico" come ha dichiarato la Ministra dell'Interno Luciana Lamorgese, "hanno agito con equilibrio e professionalità per fronteggiare intollerabili atti di violenza". Per commentare quanto è capitato a Roma sabato scorso faccio mie le parole del segretario della CGIL Maurizio Landini: "quello che è successo è una ferita democratica, un atto di offesa alla costituzione nata dalla Resistenza, un atto che ha violentato il mondo del lavoro e i suoi diritti. È un disegno preordinato di gruppi organizzati che hanno messo in campo un'azione squadrista e fascista".

È per questo che è necessario che tutta la comunità politica, senza ambiguità, esprima ferma e incondizionata condanna contro queste manifestazioni violente che per la loro inquietante carica eversiva non hanno nulla a che fare con la legittima espressione del dissenso. La contrarietà ad alcune forme di tutela della salute pubblica come il green pass, che ritengo necessarie, non giustifica atti intimidatori o distruttivi contro persone o cose.  A Roma sono stati presi di mira sindacalisti, medici, infermieri, agenti di polizia. Colpire il sindacato, il cui ruolo è sancito dalla costituzione significa colpire le lavoratrici e i lavoratori che esso rappresenta; l'assalto a un pronto soccorso pretende di demolire la fiducia che gli italiani stanno riponendo verso la sanità e i suoi operatori che si sono prodigati nell'ultimo anno e mezzo per contrastare la pandemia da covid-19; scagliarsi verso le forze dell'ordine rende evidente la mancanza di rispetto non solo verso gli agenti ma più ampiamente verso le leggi dello Stato che in quel momento essi stanno difendendo. Gli assalti di questi giorni rappresentano quindi una minaccia seria alla Costituzione e ai valori sui quali è stata scritta e approvata; nata dalla lotta contro il nazifascismo e dal sacrificio di tante giovani vite morte per la libertà, essa rappresenta la piattaforma su cui si basa la Comunità Nazionale. L'ideologia fascista che sottende a queste azioni è la negazione di qualsiasi libertà; è l'annichilimento della persona umana, della sua dignità, del suo essere più profondo. In questo frangente così delicato, di "forte turbamento" come ha detto il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, è necessario che tutti compiamo scelte responsabili che possano contribuire al controllo della pandemia e alla ripartenza economica del nostro Paese. Siamo pertanto accanto al sindacato, alle forze dell'ordine, alle istituzioni democratiche affinché non si ripetano più scene di guerriglia urbana come quelle che abbiamo visto a Roma sabato scorso”. 

Roberto Visani
Presidente del Consiglio Comunale di Imola

Pubblicato da

ultima modifica 15/10/2021 09:57 — pubblicato 15/10/2021 09:55