Tutela ambientale
Ordinanze, informazioni, materiali

ambiente.png

Lotta alle zanzare: i trattamenti previsti dal Comune

E’ in corso il secondo giro di trattamenti dei sei previsti dall’Ente locale

La lotta alle zanzare, sia tigre che comune, è in pieno svolgimento. In questi giorni è in corso il secondo giro di trattamenti avviato per conto del Comune nelle aree pubbliche, da una ditta specializzata.

Cosa fa il Comune

Il comune di Imola ogni anno affida a ditte specializzate il compito di eseguire il trattamento larvicida sui circa 20.000 pozzetti fognari sparsi sul territorio, trattamento che viene ripetuto per almeno 6 volte all’anno, mediamente una volta al mese nel periodo da aprile/maggio a ottobre.

Questi trattamenti vengono eseguiti in tutte le strade pubbliche, aree pubbliche e giardini pubblici nelle zone urbane delle frazioni, scuole, cimiteri per un costo annuo di circa € 35.000.

Per completare un ciclo di trattamento servono circa 3 settimane. Come nel 2019, anche quest’anno nei pozzetti viene utilizzato un prodotto a base siliconica, quindi non “velenoso”, che ha dato buoni risultati e che viene consigliato anche ai cittadini per gli interventi di loro competenza.

Inoltre, il comune commissiona periodici trattamenti ai principali canali di scolo (Ladello, Correcchio, Gambellara), che in campagna sono fonte di proliferazione e diffusione delle zanzare autoctone.
In questo caso il trattamento avviene esclusivamente con prodotti biologici a impatto ambientale nullo.

Infine il comune incarica una ditta per eseguire controlli a campione, per accertare che i trattamenti siano eseguiti correttamente.

Cosa devono fare i cittadini

Per un risultato efficace contro la proliferazione dell'insetto è indispensabile la piena collaborazione; senza l’impegno di tutti nessuna efficacia può essere garantita dai trattamenti effettuati dal Comune.

Con l’ordinanza n. 98 del 15 aprile 2020 il comune ha definito le azioni che devono essere svolte da parte di tutti i cittadini, soggetti pubblici e privati, proprietari, affittuari, o che comunque abbiano l’effettiva disponibilità di aree all’aperto dove esistano o si possano creare raccolte d’acqua meteorica o di altra provenienza allo scopo di prevenire e controllare le malattie trasmesse da insetti vettori e in particolare dalla zanzara tigre e da quella comune.

L'ordinanza è in vigore dal 20 aprile al 31 ottobre di ogni anno, occorre evitare ogni forma di ristagno di acqua ed eseguire i trattamenti con prodotti larvicidi nei punti di raccolta (principalmente pozzetti) non eliminabili.
Il ricorso ai trattamenti adulticidi devono essere considerati un intervento eccezionale, previa comunicazione all’ASL e al Comune.

I prodotti larvicidi possono essere reperiti presso farmacie e rivendite di prodotto per l'agricoltura e il giardinaggio.

Lotta alle zanzare

Cosa occorre fare, ordinanza 2020, approfondimenti, link

 

 

ultima modifica 22/05/2020 10:24 — pubblicato 22/05/2020 10:10