Tutela ambientale
Ordinanze, informazioni, materiali

ambiente.png

Evitare i ristagni di acqua - prodotti larvicidi

Le disposizioni per tutti i cittadini, i soggetti pubblici e privati, proprietari, affittuari, chi abbia disponibilità di aree all'aperto dove esistano o si possano creare raccolte di acqua (piovana o di qualsiasi altra provenienza)

Per un risultato efficace contro la proliferazione dell'insetto è indispensabile la piena collaborazione; senza l’impegno di tutti nessuna efficacia può essere garantita dai trattamenti effettuati dal Comune.

zanzara tigre

L'impegno di tutti

  • negli spazi aperti sia pubblici che privati evitare l’abbandono di contenitori di qualsiasi natura e dimensione nei quali possa raccogliersi acqua
  • svuotare costantemente gli accumuli di acqua dei contenitori e valutare la loro sistemazione in modo da evitarli; diversamente, procedere alla loro chiusura mediante rete zanzariera o coperchio a tenuta
  • trattare l’acqua presente in tombini, griglie di scarico, pozzetti di raccolta delle acque meteoriche, e qualunque altro contenitore non eliminabile (comprese fontane e piscine non in esercizio) ricorrendo a prodotti di sicura efficacia larvicida
  • tenere sgombri i cortili e le aree aperte da erbacce, da sterpi, e rifiuti di ogni genere, e sistemarli in modo da evitare il ristagno delle acque meteoriche o di qualsiasi altra provenienza
  • svuotare le fontane e le piscine non in esercizio o eseguire adeguati trattamenti larvicidi
  • evitare raccolte d’acqua in aree di scavo, bidoni, pneumatici, e tutti gl altri contenitori; in caso di attività che richiedono la disponibilità di contenitori con acqua, dotarli di copertura ermetica, oppure svuotarli completamente con periodicità non superiore a 5 giorni.

Ai materiali stoccati all’aperto per i quali non siano applicabili i provvedimenti occorre eseguire trattamenti di disinfestazione da praticare entro 5 giorni dopo ogni precipitazione atmosferica.

I conduttori di serre, vivai, esercizi di commercio di piante e fiori ed attività similari devono attuare una lotta antilarvale correttamente programmata al fine di contrastare la proliferazione delle zanzare autoctone e l’introduzione di zanzare di specie esotiche.

Utilizzo dei prodotti larvicidi

La periodicità dei trattamenti deve seguire le indicazioni riportate nell'etichetta del prodotto utilizzato; in caso di pioggia occorre ripetere il trattamento.

Vanno trattati anche i tombini che non sono all’aperto ma che sono raggiunti da acque meteoriche o di altra provenienza (ad esempio quelli presenti negli scantinati e i parcheggi sotterranei, ispezionando anche i punti di raccolta delle acque provenienti dai “grigliati”).

In alternativa occorre procedere all'installazione di rete zanzariera di tombini, griglie di scarico, pozzetti di raccolta delle acque meteoriche, che vanno mantenuti in condizioni di integrità.


 

Cimiteri cittadini - comportamenti e precauzioni

All’interno dei cimiteri, se non è disponibile acqua trattata con prodotti larvicidi, i vasi portafiori devono essere riempiti con sabbia umida; in alternativa l’acqua del vaso deve essere trattata con prodotto larvicida ad ogni ricambio.

In caso di utilizzo di fiori finti il vaso dovrà essere comunque riempito di sabbia, se collocato all’aperto. Inoltre tutti i contenitori utilizzati saltuariamente (es. piccoli innaffiatoi o simili) dovranno essere capovolti o sistemati in modo da evitare il ristagno di d’acqua.

 

ultima modifica 16/04/2020 13:32 — pubblicato 04/06/2019 17:50