Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Tu sei qui: Home / Aree tematiche / Speciale informativo coronavirus / Notizie / La troupe di Sky a Imola per un servizio sui controlli davanti alle scuole per evitare gli assembramenti
Speciale informativo coronavirus

testata-coronavirus-bassa.png

La troupe di Sky a Imola per un servizio sui controlli davanti alle scuole per evitare gli assembramenti

L’inviato Flavio Isernia ha intervistato il sindaco Marco Panieri

febbraio 2021

L’inviato di Sky Flavio Isernia questa mattina a Imola ha intervistato il sindaco Marco Panieri riguardo ai controlli intensificati dal Comune davanti alle scuole, per evitare assembramenti, grazie ai volontari di Anteas, Avod e Cai, in aggiunta al lavoro svolto dalla Polizia Locale. Una prima intervista, girata dalla troupe di Sky in via Guicciardini, davanti all’istituto Paolini Cassiano, è stata trasmessa in diretta nel corso del tg delle 8,30, condotto da Tonia Cartolano. Un secondo servizio, con anche l’intervista al direttore generale dell’Ausl, Andrea Rossi, è previsto che vada in onda nei tg della serata.

Ricordiamo che da lunedì scorso, per evitare gli assembramenti e tutti i comportamenti non corretti che possono favorire il contagio, il Comune ha intensificato i controlli davanti alle scuole, in occasione dell’entrata degli studenti. La decisione stata presa dal sindaco Marco Panieri, preoccupato per l’aumento dei contagi nelle fasce d’età più giovani, registrato dall’Ausl di Imola. “Per questo abbiamo deciso, come Amministrazione comunale, di avviare uno specifico servizio di controllo, grazie ai volontari di Anteas, Avod e Cai,  che sono fra le associazioni che da inizio pandemia sono attive all’interno del Centro Operativo Comunale (COC) di Imola. Questo servizio, nato in accordo con il vice sindaco Castellari, che ha la delega alla Scuola, si va ad aggiungere  alla presenza in altre scuole della Polizia Locale, intensificata dall’avvio della seconda ondata di pandemia” spiega Marco Panieri.

Sono in totale una quindicina i volontari di Anteas, Avod e Cai che da lunedì scorso sono presenti, un paio per scuola, davanti a ciascuno dei seguenti plessi scolastici, nelle fasi che precedono l’entrata degli studenti: in via Guicciardini, davanti alla scuola secondaria di primo grado ‘Valsalva’, al liceo scientifico Valeriani ed all’istituto superiore ‘Paolini-Cassiano’; in viale Dante, davanti all’ingresso dell’Istituto professionale Alberghetti; in via Ariosto, davanti all’istituto professionale ‘Cassiano da Imola’; in via Manfredi, davanti all’ingresso dell’Istituto superiore ‘Alessandro da Imola’ e in via Cavour, davanti alla scuola secondaria di primo grado ‘Innocenzo da Imola’; infine in via Pio IX, davanti all’ingresso della scuola secondaria di primo grado ‘Andrea Costa’ e all’ingresso pedonale dell’istituto superiore Itis Alberghetti. A questi interventi da parte delle associazioni di volontariato, c’è da aggiungere quello che svolge durante tutto l’anno scolastico l’Associazione C.B. Imolese, all’ingresso della scuola primaria Cappuccini. Questa presenza di volontari si aggiunge a quella svolta dalla Polizia locale che, oltre ai normali servizi di viabilità che assicura quotidianamente davanti alla scuola primaria ‘Bianca Bizzi’, in Pedagna la mattina, alla scuola primaria ‘Marconi’, sia mattina sia all’uscita a mezzogiorno ed al plesso ‘Sante Zennaro’, sia all’ingresso la mattina sia all’uscita al pomeriggio, con le pattuglie in servizio ordinario effettua un costante monitoraggio degli ingressi nei vari plessi scolastici, controllando il corretto utilizzo delle mascherine ed il distanziamento previsto dalle norme vigenti.

Pubblicato da

ultima modifica 17/02/2021 19:08 — pubblicato 17/02/2021 19:08