Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Tu sei qui: Home / Aree tematiche / Speciale informativo coronavirus
Speciale informativo coronavirus

testata-coronavirus-bassa.png

Coronavirus - speciale informativo

21/01/2021 Comunicazione

Visita non programmata del sindaco Panieri alla Cra Venturini

Il primo cittadino ha voluto verificare l’applicazione delle misure e procedure definite dal Nucleo operativo e incontrare gli ospiti ed il personale della struttura

18/01/2021 Sviluppo economico e progetti europei

Ristori regionali per bar e ristoranti

Le domande vanno inoltrate alla Camera di commercio entro il 17 febbraio 2021

MISURE IN VIGORE

Emilia-Romagna in zona ARANCIONE

Il Decreto-Legge n. 2 del 14 gennaio 2021 e il DPCM del 14 gennaio 2021 hanno definito le misure valide dal 16 gennaio al 5 marzo 2021.
Lo stato di emergenza è stato prorogato fino al 30 aprile 2021.

L'ordinanza del Ministro della Salute del 15 gennaio 2021 ha confermato per l'Emilia-Romagna lo scenario di rischio corrispondente alla zona arancione.

SPOSTAMENTI

Spostamenti solo nel proprio Comune

Salvo comprovate esigenze lavorative, di studio, per motivi di salute, per situazioni di necessità o per svolgere attività o usufruire di servizi non sospesi e non disponibili nel proprio comune.

All'interno del comune è consentito spostarsi verso una sola abitazione privata abitata, una volta al giorno, in fascia oraria 05.00-22.00, e nei limiti di due persone ulteriori rispetto a quelle ivi conviventi, oltre ai minori di anni 14 sui quali tali persone esercitino la potestà genitoriale e alle persone disabili o non autosufficienti conviventi.

Nella fascia oraria 22.00-05.00 del giorno successivo sono consentiti esclusivamente gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative, da situazioni di necessità o motivi di salute. che vanno giustificati con autodichiarazione

È sempre consentito il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione.

Seconde case
gli spostamenti di un nucleo familiare convivente verso le seconde case sono sempre consentiti, dalle 5 alle 22, all'interno del proprio comune sempre vietati verso le altre regioni.
È consentito lo spostamento verso la seconda casa, anche se intestata a più comproprietari, di un solo nucleo familiare convivente.

 

MASCHERINE

È obbligatorio avere sempre con sé dispositivi di protezione delle vie respiratorie, indossarli nei luoghi al chiuso diversi dalle abitazioni private e in tutti i luoghi all'aperto a eccezione dei casi in cui, per le caratteristiche dei luoghi o per le circostanze di fatto, sia garantita in modo continuativo la condizione di isolamento rispetto a persone non conviventi.

È fortemente raccomandato l'uso dei dispositivi di protezione delle vie respiratorie anche all'interno delle abitazioni private in presenza di persone non conviventi.

Sono esclusi:

  • le persone che stanno svolgendo attività sportiva
  • i bambini di età inferiore ai sei anni
  • le persone con patologie o disabilità incompatibili con l'uso della mascherina, nonché per coloro che per interagire con i predetti versino nella stessa incompatibilità.

Quali usare

Possono essere utilizzate mascherine di comunità (monouso o lavabili), anche auto-prodotte, in materiali multistrato idonei a fornire una adeguata barriera, che garantiscano comfort e respirabilità, forma e aderenza adeguate che permettano di coprire dal mento al di sopra del naso.

L’utilizzo delle mascherine di comunità si aggiunge alle altre misure di protezione finalizzate alla riduzione del contagio (distanziamento fisico, igiene costante e accurata delle mani) che restano invariate e prioritarie.

Le maschere ffp2 e ffp3 dotate di valvola espiratoria sono protettive per chi li indossa ma, permettendo l’uscita libera e non filtrata dell’espirato, non proteggono le persone circostanti. Quindi, al fine di una protezione anche delle persone circostanti, vanno utilizzate le maschere ffp2 e ffp3 senza valvola; nel caso di utilizzo di quelle con valvola espiratoria è necessario indossare in aggiunta una mascherina chirurgica.

IN PRESENZA DI SINTOMATOLOGIA

Non recarsi al Pronto soccorso nel caso in cui si ritenga di avere sintomi legati alla presenza del virus.

Rivolgersi al proprio medico di Medicina generale per avere maggiori informazioni, oppure chiamare il numero 1500 del Ministero oppure la propria Ausl di residenza [Per Imola: www.ausl.imola.bo.it]

In caso di urgenze è sempre attivo il 118.

NORMATIVA

Le disposizioni in vigore

STRUMENTI
SITUAZIONE SANITARIA A IMOLA

Immuni - promo al download

ultima modifica 12/06/2020 21:25 — pubblicato 10/03/2020 13:40