Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Tu sei qui: Home / Aree tematiche / Cultura e società / Speciale giovani / Notizie / Ca' Vaina riparte !
Aree tematiche

Testata Speciale Giovani

Ca' Vaina riparte !

Dall’1 luglio il Centro giovanile ha ripreso la propria attività
Ca' Vaina riparte

Dall’1 luglio è ripartita l’attività del Centro Giovanile Ca’ Vaina.

Ad aggiudicarsi il bando di gara è stata la Cooperativa Sociale Officina Immaginata, di Imola, che ieri ha presentato il programma di attività, nel corso di una conferenza stampa alla presenza, fra gli altri di Giacomo Gambi, assessore alla Cultura e Politiche giovanili; Luca Rebeggiani, responsabile servizio “Teatri, attività musicali e politiche giovanili” Comune di Imola e Daniele Fabbri, Presidente della Cooperativa Sociale Officina Immaginata.

Gambi: “riaprire Ca’ Vaina era una priorità per questa Amministrazione”

“Nel Piano di Mandato di questa Amministrazione comunale riaprire il centro giovanile Ca' Vaina era una priorità.  Ca’ Vaìna è ‘la Casa dei giovani’, un centro di attività e di servizi rivolti a fasce di utenti che spaziano dalla preadolescenza alla gioventù (indicativamente età 14-30), parte integrante delle politiche giovanili e culturali del Comune di Imola e della rete dei Centri di aggregazione giovanile del Nuovo Circondario Imolese” spiega l’assessore alla Cultura e alle Politiche giovanili, Giacomo Gambi.

Il Centro Ca’ Vaina era stato chiuso nel novembre 2019 per lavori in tema di sicurezza e agibilità, e successivamente, causa la destinazione straordinaria degli spazi ad uso scolastico dovuta all’emergenza sanitaria. “Appena sono cessate le restrizioni, abbiamo pubblicato il bando per affidare la gestione” aggiunge l’assessore Gambi.

Mentre le sale prove, adiacenti all’edificio principale, sono state invece riaperte nei mesi scorsi, appena le misure di prevenzione alla diffusione della pandemia lo hanno consentito.

Gli obiettivi

L’obiettivo di fondo che l'Amministrazione comunale si è data nell'impostare il bando di gara è favorire e sostenere i processi di crescita dei giovani, in più ambiti” fa sapere l’assessore Gambi, che spiega: a cominciare da quello formativo ed imprenditoriale, con l’Informagiovani, per valorizzare le nuove professioni digitali e rispondere alle esigenze informative ed orientative delle giovani generazioni, fornendo informazioni e consulenze, a diversi livelli di approfondimento ed anche attraverso l’organizzazione di incontri e momenti collettivi: lavoro, concorsi, opportunità di nuova imprenditoria, “fare impresa”, accesso al credito; scuola e formazione; casa; tempo libero; difesa dei diritti del cittadino, volontariato, servizio civile. Per proseguire con l’ambito della creatività e del protagonismo giovanile, per farne un luogo culturale nel quale si sperimentano percorsi di creatività giovanile, con vari linguaggi artistici – per esempio teatro, danza, giocoleria, street art, oltre ovviamente alla musica – attraverso laboratori e momenti performativi. Poi c’è l’ambito musicale, per qualificare e valorizzare le competenze presenti, sia tecniche che espressive dei giovani interessati ad apprendere e migliorare le proprie competenze di musicisti, attraverso la fruizione delle sale prove”.  Fra gli ambiti di intervento, Gambi cita anche “iniziative e percorsi di autogestione, con spazi e strumenti per iniziative giovanili autonome o organizzate in collaborazione e la creazione di manifestazioni artistiche nel Centro ed opportunità affinché i giovani possano partecipare agli eventi promossi in città; la socializzazione giovanile, a partire dalla collaborazione con i luoghi aggregativi presenti sui territori, come centri e circoli sociali e sportivi. Inoltre la promozione del benessere, dell’inclusione sociale, di stili di vita sani e consapevoli, di un pensiero autonomo, critico, in un dialogo tra le generazioni”.

I valori su cui si sviluppa Ca’ Vaina

 “Ca’ Vaina sarà sviluppata su tre valori principali: la prossimità, l’ibridazione, la co-progettazione per dare vita al Community Hub giovanile a vocazione creativa, per fare del Centro un luogo di vita degli adolescenti e dei giovani di Imola. Ca’ Vaina sarà un luogo di relazioni fra i giovani, di libertà e creatività, presupposti per la crescita personale, per la formazione di cittadini consapevoli, per l’inserimento nel mondo del lavoro. Sarà uno spazio di ibridazione dove si intrecciano politiche giovanili, territoriali, culturali e sociali, nel quale formazione e azione si contaminano per incubare nuove imprese e progetti giovanili nell’ambito culturale, musicale, artistico, creativo, nelle pratiche di cura dei beni comuni e di cittadinanza attiva. Ca’ Vaina sarà basata sulla coprogettazione con gli adolescenti e le realtà giovanili, per entrare in connessione con le tante forme giovanili di generatività già presenti sul territorio, ascoltarle, dar loro spazio e opportunità di svilupparsi” spiega Daniele Fabbri, Presidente della Cooperativa sociale Officina Immaginata, attiva dal 2013 sul territorio del Circondario imolese, composta in maggioranza da soci e dipendenti under 35.

Le attività del centro giovanile Ca’ Vaina

Musica e linguaggi creativi

il Centro sarà il punto di riferimento per la musica e creatività, grazie alla collaborazione con l’Associazione City Sound, con eventi e rassegne musicali tematiche, web radio, laboratori e sale prova.

Dal 1 luglio al 29 agosto, le sale prova sono aperte dal lunedì al venerdì, dalle 10 alle 12 e dalle 16 alle 24.
Da settembre prenderà avvio la web radio, con una redazione permanente di adolescenti e giovani che porterà alla produzione di contenuti audio (podcast e dirette) e audiovisivi per la promozione culturale del Centro.

Informagiovani

All’interno del Centro, sarà presente l’Informagiovani del Comune di Imola, con servizi individuali di orientamento e pro working al mondo del lavoro, della formazione e del volontariato e nuovi laboratori di coprogettazione che coinvolgeranno gli attori economici, formativi, associativi del territorio in dialogo con i giovani.

Saranno promosse iniziative di incontro tra giovani e mondo del lavoro e della formazione (imprenditori, associazioni di categoria, professionisti, start up, agenzie del lavoro) sui temi quali la responsabilità sociale d’impresa, l’innovazione, l’imprenditorialità femminile, per facilitare l’orientamento nel mondo del lavoro.

Call for ideas - coprogettazione

I laboratori di coprogettazione saranno avviati fin dal periodo estivo, con tre Call for ideas (20-27 luglio, 24 agosto): aperitivi e tavoli di co-progettazione rivolti a tutte le realtà giovanili imolesi per costruire insieme le nuove attività di Ca’ Vaina, tra i quali un servizio di co-working per i giovani professionisti e studenti imolesi.

Aggregazione

Saranno attivati nuovi servizi aggregativi gratuiti, quali il FabLab MakerSpace, con uno spazio dedicato ai giovani che vorranno sperimentare le tecnologie di fabbricazione digitale; le attività gratuite, a cadenza settimanale legate al gaming, ai giochi da tavolo, teatro, cinema e serie tv, letteratura giovanile, fumetti ed illustrazioni.

Appuntamenti, collaborazioni, co-costruzione

In occasione di Imola in Musica, Ca’ Vaina ospiterà una ricca programmazione musicale di eventi ed iniziative tra cui l’evento di inaugurazione del Centro, il 29 agosto, con il concerto “Back to the future” che coinvolgerà storici e giovani musicisti imolesi, in una esibizione senza tempo, concerti di musica etnica (31 agosto) e Silent Disco per i giovani (2 settembre).

“Dopo due anni di chiusura, l’estate 2021 sarà dedicata a Ca’Vaina Space Jam: un cantiere di co-costruzione aperto a tutti i giovani, per rendere il Centro un luogo accogliente, vicino, stimolante e restituirgli una forte identità che rappresenti i giovani che lo frequenteranno.
In occasione di Imola in Musica, Ca’ Vaina ospiterà una ricca programmazione musicale di eventi ed iniziative tra cui l’evento di inaugurazione del Centro  (29 agosto) con il concerto “Back to the future” che coinvolgerà storici e giovani musicisti imolesi, in una esibizione senza tempo” aggiunge da parte sua Anna Cavina, Coordinatrice Ca’ Vaina.

“L’appalto ha la durata di 2 anni con la possibilità di rinnovo per altri due anni” sottolinea Luca Rebeggiani, responsabile servizio “Teatri, attività musicali e politiche giovanili” Comune di Imola che aggiunge “i lavori hanno comportato investimenti per oltre 50 mila euro, finalizzati a predisporre un punto ristoro e la messa in sicurezza, in particolare dei cancelli di ingresso e uscita, permettendo la presenza fino a 200 persone nel giardino”.

Al via il progetto “Giovani Connessi. Summer school media education”

Fino al 28 luglio, al mattino, a Ca’ Vaina è attivo il progetto “Giovani Connessi. Summer school media education”, organizzato da Solco Prossimo. “In questo modo i ragazzi sono protagonisti del Centro, lo riabitano con un progetto che ha l’obiettivo di cercare di recupere il tempo perduto causa la pandemia e di insegnare ad usare gli strumenti tecnologici senza farsi dominare” spiega l’assessora al Welfare, Daniela Spadoni.

Il progetto, come illustrato da Elisa Busseni, responsabile progetti Solco Prossimo e Eleonora Negroni, coordinatrice del progetto, si sviluppa su tre percorsi: l’utilizzo di stampanti 3D; la realizzazione di un cortometraggio, con focus su un evento del passato legato alla nostra città; l’uso digitale consapevole dei social network. Sono venti i ragazzi e le ragazze iscritte a questo corso, che, visto l’alto numero di richieste, verrà replicato anche a agosto-settembre.

Officina Immaginata

La Cooperativa sociale Officina Immaginata, attiva dal 2013 sul territorio del Circondario imolese, è composta in maggioranza da soci e dipendenti under 35.
E’ attiva nell’ambito dei servizi educativi e culturali con il centro giovanile Flood nel Comune di Mordano, centri giovanili e progetti di animazione di comunità nel quartiere Marconi e Pedagna; con progetti di partecipazione giovanile nel Circondario imolese (Open Up); con la gestione delle biblioteche decentrate del Comune di Imola; di progetti e servizi individuali per minori in situazione di disagio; di laboratori di contrasto alla dispersione scolastica e formazione alle tecnologie fab lab; festival culturali, progetti di educazione alla cittadinanza attiva e legalità con Libera Imola; doposcuola e campi estivi; progetti di inclusione lavorativa.

[ In foto un momento della conferenza stampa del 5 luglio 2021 ]

Ca' Vaina riparte - conferenza stampa 05072021

Comunicati Stampa

Pubblicato da

ultima modifica 12/07/2021 10:35 — pubblicato 06/07/2021 09:55