Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Tu sei qui: Home / Aree tematiche / Cultura e società / Speciale giovani / Notizie / A Ca' Vaina si torna a provare
Aree tematiche

Testata Speciale Giovani

A Ca' Vaina si torna a provare

Dal 2 novembre riaprono le due sale esterne al corpo centrale della struttura

A Ca’ Vaina si torna a provare.

La giunta comunale ha infatti deliberato di riavviare il servizio di sale prova musicali del Centro Giovanile Ca’ Vaina (Viale Saffi 50/b), a partire da lunedì 2 novembre prossimo, mettendo a disposizione le 2 sale esterne al corpo centrale della struttura.

Sono previsti turni di 1 ora e 45 minuti ciascuno, con un intervallo, fra un turno e l’altro, di 15 minuti per aerare il locale e sanificare gli strumenti musicali, nella fascia oraria dalle 18,00 alle 23,45, dal lunedì al sabato. La tariffa dell’utilizzo per ogni turno è di € 10,00 (IVA compresa) per ognuna delle sale.

La capienza massima è di 4 persone nella sala prove piccola e di 6 persone in quella grande. La dotazione base di ciascuna sala prevede amplificatori voce, chitarra e basso; batteria; microfoni.

Prenotazioni 

Le prenotazioni e il contestuale pagamento in contanti si potranno effettuare a partire da lunedì 26 ottobre, nella Scuola di Musica Vassura-Baroncini (Via F.lli Bandiera 19 - Imola) dalle 15 alle 20,30, dal lunedì al venerdì (esclusi i giorni di chiusura della scuola, come da calendario anno scolastico 2020-2021).
A ciascun fruitore del servizio sarà misurata la temperatura e sarà richiesto di sottoscrivere liberatoria COVID-19.

 

L’attività del Centro è sospesa dal 18 novembre dell’anno scorso, per lavori urgenti in tema di sicurezza, non compatibili con l’uso della struttura: a seguito degli interventi svolti, ora è possibile riavviare il servizio di sale prova, nelle due sale esterne alla struttura principale mentre l’edificio centrale ospita tre classi del CPIA (Centro Provinciale per l'Istruzione degli Adulti, per lo svolgimento delle lezioni in presenza  in ottemperanza alle normative anti Covid – 19.

L’ipotesi è quindi quella di rendere completamente fruibile Ca’ Vaina nuovamente come centro giovanile non appena terminata l’emergenza e con il rientro del CPIA nella propria sede.

È soddisfatto l’assessore alla Cultura e alle politiche giovanili Giacomo Gambi: “a nemmeno un mese dall’insediamento della Giunta, verificato il bisogno dei ragazzi imolesi e del circondario di avere un luogo dove fare musica a prezzi calmierati, abbiamo riaperto le uniche sale attualmente disponibili nel centro Ca’ Vaina. Ringrazio per il lavoro straordinario fatto in poche settimane dagli uffici. Il Commissario Izzo, andando incontro alla necessità del CPIA, ha affidato il corpo centrale di Ca’ Vaina alla scuola fino al termine dell’emergenza Covid e noi pertanto abbiamo potuto solamente aprire, in questo periodo, le sale prova. Ma sappiamo che la vocazione di Ca’ Vaina è quella di essere un centro giovanile. Per questo motivo verrà avviato un percorso con i giovani, le scuole e le associazioni ed i gruppi formali ed informali della città per decidere a quali bisogni debba rispondere la futura gestione del centro così da predisporre intanto il bando dopo un approfondito confronto. I giovani sono il nostro presente e dal 2 novembre potranno di nuovo fare musica a Ca’ Vaina”.

 

Comunicati Stampa

Pubblicato da

ultima modifica 27/10/2020 14:55 — pubblicato 21/10/2020 15:40
archiviato sotto: , ,