Associazione Italiana Celiachia Emilia Romagna - Onlus

Salute, benessere psico-fisico, sicurezza, Culture e diritti educazione alla cittadinanza attiva, alla pace, diritti umani, intercultura,
Associazione Italiana Celiachia Emilia Romagna - Onlus
Associazione Italiana Celiachia Emilia Romagna
Attività

In fuga dal glutine

  • Salute, benessere psico-fisico, sicurezza
  • Culture e diritti (educazione alla cittadinanza attiva, alla pace, diritti umani, intercultura),
Rivolto a
  • Scuole dell'Infanzia
  • Scuole Primarie

L’Associazione Italiana Celiachia (AIC) propone il progetto “In fuga dal glutine” che ha l’obiettivo di informare e coinvolgere la scuola e i suoi componenti, nonché i genitori, sulle tematiche della Celiachia e contribuire così a migliorare l’integrazione dei minori Celiaci nella scuola e nel contesto sociale. L’attenzione del progetto è focalizzata sui giovani diagnosticati che, affacciandosi in un nuovo contesto sociale scolastico diverso da quello spesso protettivo della famiglia, sperimentano l’impatto che la loro intolleranza alimentare ha sui compagni, modificando la stessa percezione che finora hanno avuto di sé e della propria condizione di celiaci. Sentirsi diversi o discriminati in una fase della formazione individuale così delicata, a volte può indurre il bambino e l’adolescente a trasgredire la dieta, con gravi ripercussioni per la sua salute.

Il progetto ha come principio base la dignità e l’unicità di ciascun individuo nella propria personalità e fisicità. La diversità, di qualsiasi genere essa sia, può diventare occasione per agire collettivamente nella scuola su tre livelli di responsabilità e crescita: la responsabilità verso la propria salute fisica, sociale e mentale, le relazioni interpersonali, la responsabilità riguardo all'ambiente inteso nel senso più ampio anche come contesto di vita comune. Le diversità nella scuola di oggi possono essere: Culture diverse, Esigenze alimentari diverse, Religioni e tradizioni diverse. E possono essere integrate attraverso la: Conoscenza, Consapevolezza, Condivisione.

Finalità

  • educare alla diversità giocando è uno dei presupposti del programma didattico di AIC, nel quale l’approccio ludico ha la sua ragione essenziale nello stimolare la reale ed effettiva partecipazione dei bambini alle attività che li impegnano sul piano cognitivo ed emotivo. Il progetto intende trattare l’argomento celiachia proponendolo come il bicchiere mezzo pieno, nel seguente modo:
    • attivare una riflessione sulla diversità, con un’attenzione particolare alla celiachia, inquadrata come una delle tante condizioni di diversità;
    • focalizzarsi su tutto quanto di bello e di ricco, chi è celiaco, può comunque vivere anche nei confronti del cibo, anziché su ciò che non può fare;
    • sostenere il cambiamento del comportamento, obiettivo fondamentale cui tende ogni azione educativa, verso la solidarietà la tolleranza e l’apertura alla diversità.

Obiettivi

  • favorire l'acquisizione di concetti e conoscenze rispetto alle necessità alimentari che caratterizzano la celiachia;
  • stimolare un atteggiamento orientato ai valori della comprensione, della partecipazione e della solidarietà reciproca. Attivare una dimensione di responsabilità individuale in un contesto altamente stimolante;
  • offrire un progetto funzionale rispetto agli obiettivi didattici per la scuola dell'infanzia e primaria;
  • garantire la possibilità di un utilizzo efficace e non ripetitivo del materiale, offrendo strumenti semplici nell’utilizzo e realmente utili per gli insegnanti;
  • incidere su una base ampia di alunni, dalla scuola dell'infanzia alla primaria.

Articolazione del progetto

  • presentazione progetto ai dirigenti scolastici da parte dei collaboratori AIC;
  • incontro formativo con i docenti interessati, sull’ABC della celiachia, la dieta alimentare senza glutine e illustrazione materiale didattico;
  • gli insegnanti approfondiscono i temi della celiachia e dell’educazione alla diversità nella classe con l’ausilio degli strumenti forniti;
  • a richiesta della scuola e con la disponibilità dell’AIC Emilia Romagna, è possibile fare ulteriori incontri di approfondimento.

Tutti gli incontri saranno organizzati e sviluppati presso le scuole interessate al progetto.

Gli strumenti didattici propongono regole chiare viste in un’ottica positiva e non penalizzante che non inducono alla frustrazione, inoltre coinvolgono gli alunni fino a “mettersi in gioco” totalmente, poiché nel gioco - il mondo del “come se” - non si può fingere di partecipare, non si può giocare a metà. Saranno disponibili giochi in scatola e quaderni operativi per gli alunni idonei per i diversi livelli scolastici e una guida didattica a supporto, destinata agli insegnanti di entrambi gli ordini scolastici. Il progetto non prevede alcun costo da parte delle strutture scolastiche, sarà quindi cura e discrezione dell’AIC Emilia Romagna valutare il quantitativo opportuno di materiale da mettere a disposizione.

Riferimenti

Indirizzo Stradello San Marone 15 - 41126 Modena

Recapiti

Referente

Dino Alverni, tel 333 313 23 14 - email alverni.dino@teletu.it

Legale rappresentante Davide Trombetta

Telefono

059 454462

ultima modifica 21/11/2018 17:34 — pubblicato 10/10/2018 17:15