Tutti a scuola, appassionatamente

La sindaca Sangiorgi: “i nostri auguri più affettuosi a tutti gli studenti ed alle loro famiglie, ai docenti ed al personale scolastico”

1° giorno di scuola 2018-19Il saluto della sindaca Manuela Sangiorgi

"Il primo giorno di scuola incarna da sempre l’emozione dell’inizio di un nuovo percorso nel quale responsabilità ed entusiasmo tracciano una rotta destinata a restare scolpita per sempre tra le tappe più preziose di quel dono chiamato vita.
Tra i banchi di scuola oltre alla soddisfazione della fisiologica sete di sapere che appartiene all’essenza della natura umana, si delineano esperienze e relazioni che rappresenteranno un patrimonio inestimabile nella costruzione del vostro futuro.
I nostri auguri più affettuosi vanno quindi indirizzati a tutti gli studenti ed alle loro famiglie, ai docenti ed al personale scolastico che con passione alimentano quotidianamente uno straordinario impegno di educazione e formazione.
Imola può contare su una struttura scolastica solida e di qualità che abbraccia una proposta completa dall’infanzia all’università, una priorità che la nostra amministrazione supporterà e potenzierà intersecando le esigenze e le richieste dell’utenza, degli operatori e del nostro territorio. Gli investimenti e le risorse destinati all’istruzione, elemento chiave sul quale fondare una moderna comunità competente, ed alla completa messa in sicurezza degli edifici scolastici rappresentano un fondamento gestionale imprescindibile del nostro mandato perché inestimabili doti collegate alla crescita umana e culturale dei nostri figli.
L’opportunità di preparazione non dovrà mai conoscere alcun tipo di restrizione perché abbiamo l’obbligo di convertire i sogni dei ragazzi in progetti di vita che un giorno impreziosiranno la nostra comunità.
Voi siete i cittadini del domani ai quali noi dobbiamo garantire una formazione sempre più orientata alla relazione ed all’incontro, alla ricerca, allo sviluppo, alla conoscenza ed alla possibilità di sviluppare progetti di collaborazione con le realtà territoriali. Non dobbiamo mai smettere di stimolarvi proiettando il tragitto scolastico in una successiva quotidianità dove sforzi e sacrifici saranno l’unico viatico per centrare i risultati. Intermediari di qualcosa di desiderabile e indispensabile, come lo sono l’istruzione e la cultura.
Partiamo da qui, da questa emozione che oggi condivido con tutti voi e che tra molti anni ricorderete come una delle pagine più genuine del vostro romanzo.
Buon inizio di anno scolastico”.

Pubblicato da

ultima modifica 18/09/2018 11:34 — pubblicato 17/09/2018 15:00