Micromobilità elettrica: a breve il via alla sperimentazione

a recepimento delle linee guida previste dal decreto del Ministero dei Trasporti n. 229 del 4 giugno 2019

A breve l’amministrazione comunale darà il via alla sperimentazione della micromobilità elettrica, progetto volto a incentivare la circolazione “green”.
Il provvedimento adottato dalla Giunta recepisce le linee guida previste dal decreto del Ministero dei Trasporti n. 229 del 4 giugno 2019.

I punti principali

La sperimentazione é improntata al rigoroso rispetto del codice della strada.
Il punti principali del progetto messo a punto da Area Blu:

  • I Dispositivi di Micromobilità Elettrica (DME) consentiti sono i monowheel, gli hoverboard, i segway e i monopattini
  • per l'uso dei DME è obbligatoria la patente di categoria Am
  • la velocità massima consentita è di 20 km/h, ridotta a 6 km/h per l’uso in aree pedonali
  • i DME devono essere dotati di limitatori di velocità se in grado di sviluppare velocità superiori a 20 km/h
  • monowheelhoverboard possono circolare nelle sole aree pedonali
  • segway e monopattini possono circolare anche su percorsi pedonali e ciclabili, sulle piste ciclabili in sede propria e su corsia riservata e sulle zone e strade con limite di 30 km/h.

Tutti altri requisiti e il regolamento approvato dalla giunta comunale lo scorso 31 ottobre saranno disponibili a breve.
La circolazione dei DME sarà consentita solo a completamento dell'installazione della segnaletica stradale a cura di Area Blu Spa.


Andrea Longhi, assessore all'Ambiente:
“Siamo molto soddisfatti di farci promotori della micromobilità elettrica. Purtroppo la pianura Padana è una delle macro-regioni più inquinate d’Europa, con tutte le conseguenze che comporta per la salute dei cittadini. La promozione della micromobilità è un segnale che, se recepito da tutte le città della nostra regione, può contribuire a segnare un cambiamento. Amministrazioni e cittadini devono collaborare insieme per cambiare le cose e migliorare l’ambiente in cui viviamo. Ben venga l’uso e l’incentivo della bicicletta e di tutti i micromezzi elettrici che possono ridurre le emissioni di smog.
L’Amministrazione in questi 15 mesi ha lavorato molto per consentire ai cittadini di lasciare l’auto a casa: da una parte con un nuovo servizio di trasporto urbano con 20 nuove fermate che collegano la città, dall’altra con una serie di piste ciclabili che saranno completate a breve. Non ultimo la promozione della micromobilità elettrica che consente ai cittadini di aver uno strumento in più per muoversi senza inquinare. L’Amministrazione, proprio su questo tema, ha avviato degli incontri con ditte specializzate nel noleggio di questi mezzi “green” al fine di incentivarne l’utilizzo sul nostro territorio.
Ora sta ai cittadini fare la differenza con comportamenti virtuosi nei confronti dell’ambiente e della propria salute”.

Per approfondire

Aree tematiche - la micromobilità elettrica

ultima modifica 14/11/2019 09:32 — pubblicato 08/11/2019 14:35