Imola aderisce alla Carta metropolitana dell'elettromobilità

Massimiliano Minorchio: “la città di Imola si impegna concretamente nello sviluppo della mobilità sostenibile”

Il Comune di Imola ha aderito alla Carta metropolitana sull’elettromobilità:  lo ha deliberato nei giorni scorsi la giunta comunale, autorizzando anche l’inserimento della denominazione e dello stemma comunale  tra quelli degli altri firmatari.

La “Carta Metropolitana dell’Elettromobilità” è stata proposta dal Comitato Organizzatore e dal Comitato Scientifico della prima edizione dell’’evento “e-mob – Conferenza Nazionale della Mobilità Elettrica”, svoltosi a Milano nel maggio dello scorso anno e condivisa in quell’occasione dai Comuni di Milano, Bologna, Firenze, Torino e Varese.

La Carta rappresenta un atto d’indirizzo strategico della Mobilità elettrica in Italia ed è incentrata sulle seguenti cinque linee di intervento fattibili e concrete per la diffusione della mobilità elettrica in ambito urbano:

  • offrire al consumatore valide motivazioni per il cambiamento culturale;
  • accelerare lo sviluppo di una rete di ricarica accessibile al pubblico;
  • ampliare la possibilità di ricarica negli immobili residenziali e aziendali;
  • dare un forte impulso allo sharing con mezzi elettrici;
  • stimolare l’introduzione di mezzi elettrici nei segmenti di mobilità con maggior efficacia e praticabilità.

Spiega Massimiliano Minorchio, assessore allo Sviluppo sostenibile del  territorio:
Grazie alla delibera approvata in giunta la città di Imola si impegna concretamente nello sviluppo della mobilità sostenibile. Il tema della mobilità elettrica diventa così centrale per la crescita sostenibile del territorio sottolineando il proprio ruolo di rilievo nelle scelte urbanistiche future della città

 

Per approfondire

emob2018.it sito ufficiale

Pubblicato da

ultima modifica 21/09/2018 14:59 — pubblicato 21/09/2018 14:59