Focolaio di leishmanniosi nel territorio: misure sanitarie

la zona di attenzione è individuata tra le vie Calunga Buore e Strascina
zona allerta leishmania

Zona di attenzione

L’ordinanza del Sindaco prende le mosse dalla comunicazione dell'ASL di Imola, Dipartimento Sanità Pubblica che informa della presenza di un focolaio epidemico di Leishmaniosi viscerale nelle vie Calunga Buore e Strascina.

La leishmaniosi è una malattia grave, potenzialmente mortale ad esordio lento e di difficile diagnosi, trasmessa da flebotomi Spp (pappataci) e riconosce un serbatoio animale fonte di infezione costituito in principalmente dai canidi, in primis dal cane domestico.

Cosa prevede l'ordinanza

Per  evitare la diffusione della malattia, l'ordinanza dispone, con decorrenza immediata, alcune misure sanitarie precauzionali indicate dall’ASL – Dipartimento Sanità Pubblica, valide per tutti i cittadini residenti nelle vie Strascina e Calunga Buore, nelle aree di attenzione individuate nella planimetria a fianco.

Registrazione

I proprietari dei cani hanno l'obbligo di applicare il microchip e registrare all'Anagre regionale degli animali d'affezione : l'obbligo è già previsto dalla normativa vigente ed è sanzionabile se il proprietario non lo mette in pratica entro 30 giorni da quando entra in possesso di un cane.

Devono essere segnalati i cani di proprietà ma registrati in altri comuni.

Misure sanitarie

Nell'ordinanza è previsto l'obbligo di sottoporre i cani presenti ai controlli di laboratorio prescritti o eseguiti dall’U.O. Igiene Veterinaria e di aderire alle prescrizioni (terapeutiche/di approfondimento diagnostico)  per i cani rivelatisi infetti/sospetti;

Ai cani va applicato un collare impregnato di antiparassitario, ad effetto repellente, fino alla fine del mese di ottobre.

 

Albo pretorio on-line

scarica l'ordinanza 27/2019

 

ultima modifica 09/10/2019 09:11 — pubblicato 26/07/2019 15:20