Donazioni per le vittime di maltrattamenti

La raccolta fondi è stata attivata dall'Amministrazione comunale e ASP: ne sarà dato resoconto pubblico

Perchè una raccolta

Comune di Imola e Asp circondario imolese si sono attivati per creare un punto di raccolta delle donazioni a favore delle vittime di maltrattamenti:   il bisogno nasce da un recente episodio di cronaca  e riportato dagli organi di informazione. 
L'accaduto ha destato molto scalpore in città e messo in moto la solidarietà di tanti cittadini, a cominciare dalla bimba di 10 anni, Chiara, che ha scritto alla sindaca Sangiorgi per far da tramite per far avere i suoi risparmi alla ragazzina maltrattata.

“L’amministrazione comunale,  congiuntamente alla Asp, si è attivata in sinergia al fine di favorire dei punti di riferimento certi ove la cittadinanza possa contribuire con donazioni in favore della ragazzina, a cui va tutta la nostra solidarietà e il nostro sostegno. Ringraziamo l'intera cittadinanza che già si è attivata e la solidarietà che siamo certi non mancherà da parte di tutti” commenta Ina Dhimgjini, assessora al Welfare.

Le donazioni che saranno fatte pervenire  alla famiglia e ne sarà dato rendiconto pubblico alla città.

Come donare

  • versamento su conto corrente intestato a ASP -  Iban  IT 29 D 05080 21099 T20990000025  -  Banca di Imola SpA  
    indicando  la  causale  “Oblazione benefica a favore di vittime maltrattamenti” (il bonifico da altro conto corrente  è  deducibile).
  • versamento diretto presso uno degli Sportelli Sociali di Asp :
    - Imola: dal lunedì al venerdì 8,30 - 12,30 e il martedì 15 - 17,45;
    - Castel San Pietro Terme da lunedì al venerdì 8,30 - 12,30 e il martedì 15 -17,45:
    - Medicina: Il  lunedì, mercoledì, giovedì e venerdì 8,30  - 12,30 e martedì 15-17,45

 

Pubblicato da

ultima modifica 02/10/2018 14:45 — pubblicato 02/10/2018 14:15