CRITER: Catasto Regionale Impianti Termici

Entro il 31 dicembre 2019 caldaie e condizionatori domestici dovranno avere un codice identificativo ed essere registrati al Catasto Regionale Impianti Termici

La Regione Emilia-Romagna ha approvato il regolamento (n. 1 del 3 aprile 2017), conforme alle prescrizioni europee e nazionali, che prevede di:

  • rispettare i periodi di attivazione dell’impianto e le temperature previste
  • far registrare l’impianto al Catasto Regionale degli Impianti Termici, CRITER, della Regione Emilia-Romagna
  • far eseguire la manutenzione e i controlli secondo le scadenze previste
  • far eseguire gli eventuali interventi di adeguamento a norma proposti a seguito dei controlli.

Gli obblighi di registrazione al CRITER riguardano gli impianti di riscaldamento (caldaie, incluse quella a pellet, legna, ecc.) di potenza termica maggiore di 5 kW, gli impianti di raffreddamento (aria condizionata) di potenza termica maggiore di 12 kW e gli impianti centralizzati di produzione di acqua calda sanitaria di qualunque potenza.
Gli obblighi relativi all’effettuazione dei controlli periodici di efficienza energetica si applicano alle caldaie di potenza termica maggiore di 10 kW e agli impianti di raffreddamento con potenza termica superiore a 12 kW.

il CRITER è il sistema informativo regionale in cui vengono raccolti e aggiornati i dati relativi agli impianti termici presenti in Emilia-Romagna. Ogni impianto viene dotato di un codice identificativo ("targa impianto") e con questo strumento la Regione ha il quadro preciso della situazione, può verificare eventuali situazioni di pericolsità e intervenire per migliorare l’efficienza degli impianti.

Gli impianti vanno registrati al CRITER ento il 31 dicembre 2019

Approfondimenti

energia.regione.emilia-romagna.it - CRITER

Pubblicato da

ultima modifica 29/10/2019 17:02 — pubblicato 29/10/2019 16:55