Imola, città che legge

Conclusa la selezione del Ministero beni e attività culturali - Imola tra i 363 comuni italiani

Città che legge

Imola ha ottenuto il riconoscimento di “Città che legge” :  compare tra le 363 Amministrazioni che hanno superato la selezione nazionale, dimostrando di possedere tutti i requisiti richiesti dal Cepell - Centro per il libro e la lettura del Ministero dei beni e delle attività culturali d’intesa con l’ANCI - Associazione Nazionale Comuni Italiani.

Con la qualifica di “Città che legge” si intende valorizzare le Amministrazioni comunali che svolgono e si impegnano a svolgere con continuità politiche pubbliche di promozione della lettura sul proprio territorio, nella consapevolezza che, come si legge nel bando, “la lettura è un valore riconosciuto da cui dipende la crescita intellettuale, sociale ed economica di una comunità”.

Grazie a questo riconoscimento inoltre Imola avrà la possibilità di partecipare ai bandi che il Centro per il libro e la lettura lancerà a partire dal 2017 per riconoscere, con finanziamenti e incentivi, i progetti più meritevoli.

 

Riferimenti

ultima modifica 14/04/2017 14:42 — pubblicato 14/04/2017 14:35