Il Comune
Governo e amministrazione, gli uffici e le pubblicazioni

Città come cultura: tante occasioni di conoscenza e promozione del territorio

editoriale - 23 novembre 2016
Assessora Marchetti

 

Costruire occasioni di incontro, crescita culturale e sociale, promuovendo una città in cui divertimento, relazioni e conoscenza possano far nascere anche opportunità di carattere economico.

Con questa visione siamo impegnati nell’organizzare non solo una serie di eventi e manifestazioni di ampio respiro, ma anche nel metterle in rete fra loro e nel dare una continuità che renda riconoscibile la capacità promozionale della città.

Pensiamo al Baccanale che per tre settimane, dal 5 al 27 novembre sta animando la città. Una rassegna enogastronomica e culturale, nella quale entrambe i termini sono importanti perché consentono di far esprimere al meglio le professionalità ed i saperi dei nostri operatori del settore ristorazione e non solo, ma anche di recuperare tratti culturali che fanno parte della nostra tradizione e sono al tempo stesso capaci di innovare il nostro vissuto.

Un’opportunità per la città ed il suo territorio per presentarsi attrattiva, in un confronto che è anche competizione con altri territori, da un punto di vista dei flussi turistici.

La stessa logica di promozione della città, attraverso iniziative e opportunità che possano renderla attrattiva per la cittadinanza oltre che per altri territori, viene sviluppata con ‘Imola a Natale’, che non a caso prende il via senza soluzione di continuità con il Baccanale. Un passaggio di testimone nel quale promozione economica del territorio e promozione culturale vanno di pari passo. Per vivere la città come una comunità solidale. Dove anche la cultura diventa protagonista, sia con specifiche iniziative sia aprendo i propri contenitori e spazi culturali, offrendo ampie occasioni a tutti i cittadini di visitarli e in un certo senso ‘riappropriarsene’.

In questo ambito un passaggio importante riguarda le tante attività rivolte ai più piccoli. Dal Baccanale a ‘Imola a Natale’, le iniziative per bambini e bambine,  ragazzi e ragazze sono tante e di qualità. Penso al ruolo fondamentale che da decenni viene svolto da Casa Piani, biblioteca ragazzi, per passare al ruolo assunto anche dalla Nuova Scuola di Musica Vassura Baroncini, al teatro, fra rassegne vere e proprie e appuntamenti puntuali. Il tutto in stretto raccordo anche con il mondo della scuola.

Quest’anno abbiamo aggiunto un’iniziativa nuova che mi piace ricordare. Si tratta del Primo festival di lettura per ragazzi e ragazze dal titolo “Officine di carta: produciamo lettori e lettrici”, in programma dal 20 al 27 novembre, il primo nel suo genere che viene organizzato in tutto il territorio provinciale. Obiettivo primario: promuovere la lettura, i libri e far conoscere a chi ancora non le frequenta, tutte le biblioteche del Circondario, che da anni lavorano con entusiasmo proprio in questo senso.

Un tassello in più per contrastare quella che una recente indagine di Save the Children definisce ‘povertà di tipo educativo’ che anche in una regione avanzata come la nostra non è trascurabile, creando un danno sia presente sia futuro per i bambini e le bambine.

Ecco quello su cui stiamo mettendo il massimo impegno: creare le condizioni perché tutti, a cominciare dalle nuove generazioni, abbiano pari opportunità di crescita, per costruirsi un futuro. Conoscendo, per poter scegliere in libertà.

Parlando di pari opportunità non si può non ricordare come proprio in questi giorni, esattamente il 25 novembre, ricorra la “Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza sulle donne. Quanta strada c’è ancora da fare, perché la cultura di genere diventi patrimonio condiviso.

Anche qui c’è un lavoro culturale enorme da compiere, partendo in particolare dai più piccoli e più piccole.

Anche di tutto questo parliamo, quando ragioniamo di cultura. Questa è la nostra identità. Qui sono le nostre radici, qui si costruisce il nostro futuro. Tra conoscenza e consapevolezza.

 

Elisabetta Marchetti
Assessora alla Cultura e Promozione della Città

ultima modifica 24/11/2016 18:25 — pubblicato 24/11/2016 18:25