Il Comune
Governo e amministrazione, gli uffici e le pubblicazioni

Claudia RESTA

Resta-bio.pngCLAUDIA RESTA

Assessore alla formazione ed istruzione

Deleghe

  • scuola
  • infanzia
  • diritto allo studio
  • università 
  • edilizia scolastica
  • politiche giovanili
  • formazione
Assessore

Nata a Imola l’1 agosto 1976.

Coniugata con due figli in tenera età.

Diplomata all'Istituto Tecnico Commerciale “Paolini” di Imola nel 1995, ha conseguito anche, successivamente, il diploma magistrale all'Istituto Alessandro da Imola nel 1998, il diploma di Tecnico dei servizi sociali nel 2003 e di Dirigente di Comunità nel 2004.

Ha conseguito la laurea in Scienze dell'Educazione all'Università di Bologna nel 2000 con una tesi su “Alfabetizzazione degli alunni stranieri”. Si è specializzata alla Scuola di Specializzazione per Insegnamento secondario (SSIS) nell'insegnamento delle materie letterarie per le scuole medie e superiori nel 2006. Nel 2000 ha vinto sia il concorso nazionale statale per la scuola materna sia quello per la scuola primaria. Insegna nella scuola primaria dall’anno scolastico 2000-2001, prima con una cattedra a Sassoleone (Casalfiumanese), poi a Imola con una cattedra sul sostegno, infine a Sesto Imolese dove è rimasta per 9 anni e dove negli ultimi 8 anni ne è diventata coordinatrice. Con la nascita del primo figlio si è poi trasferita alla scuola primaria Rodari, facente parte dell’I.C. 5, dove insegna attualmente.

Claudia Resta è stata per 5 anni consigliere comunale a Imola per il Movimento 5 Stelle

ultima modifica 04/07/2018 00:13 — pubblicato 03/06/2015 17:35
SEDE

via Pirandello 12 - complesso Sante Zennaro

SEGRETERIA

telefono
0542.602 175

e-mail

Note stampa

Grande successo per il doppio concerto di Natale "Christmas Vibes" della scuola Innocenzo da Imola

Nel corso della serata l’assessore Resta ha premiato la professoressa Anna Maria Casadei per la passione, la competenza e la professionalità con le quali per anni ha svolto il suo lavoro

Pieno successo per il mercatino di natale della Consulta delle ragazze e dei ragazzi

Vendendo oggetti prodotti da loro, insieme ai compagni di scuola, hanno raccolto 675 euro, che andranno in beneficenza e per progetti di solidarietà