Come Fare Per
Servizi al cittitadino

Cambi di residenza

o abitazione
Cambi di residenza

Cosa e chi

Per residenza si intende il luogo nel quale la persona ha la sua abituale dimora. Ottenere la residenza significa avere il rilascio di certificati anagrafici e l’accesso a servizi demografici.

I cittadini possono presentare le dichiarazioni anagrafiche di

  • Iscrizione anagrafica con provenienza da altro comune
  • Iscrizione anagrafica dall'estero
  • Cambio di abitazione all'interno del comune
  • Emigrazione all'estero

Come

La pratica anagrafica può essere presentata:

L'invio per posta elettronica (semplice o certificata) richiede almeno una di queste condizioni:

  • che la dichiarazione sia sottoscritta con firma digitale;
  • che la dichiarazione sia trasmessa attraverso la casella di posta elettronica certificata del dichiarante;
  • che la copia della dichiarazione recante la firma autografa e la copia del documento d'identità del dichiarante siano acquisite mediante scanner e trasmesse tramite posta elettronica semplice.
  • che l'autore sia identificato dal sistema informatico con l'uso della Carta d'identità elettronica, della carta nazionale dei servizi, o comunque con strumenti che consentano l'individuazione del soggetto che effettua la dichiarazione;

La pratica può essere inoltrata anche per delega a terza persona, compilando la sezione disponibile nell'ultima pagina della dichiarazione (vedi sezione moduli).

Tempi e verifica delle dichiarazioni

Entro i 2 giorni lavorativi successivi la data di presentazione o ricevimento della dichiarazione, vengono registrate le variazioni conseguenti.

Entro i 45 giorni successivi, verranno svolti gli accertamenti per verificare la dimora abituale e la regolarità della documentazione presentata; l'eventuale esito negativo sarà comunicato entro lo stesso termine.

Trascorsi i 45 giorni, se il cittadino non riceve alcuna comunicazione da parte del Comune, la pratica si considera conclusa.

Dichiarazione false o mendaci

In caso di dichiarazioni non corrispondenti al vero, si applicano gli articoli 75 e 76 del D.P.R. n. 445/2000, i quali dispongono rispettivamente la decadenza dai benefici acquisiti per effetto della dichiarazione, nonché il rilievo penale della dichiarazione mendace.

Le discordanze tra le dichiarazioni rese dagli interessati e gli esiti degli accertamenti devono essere tempestivamente segnalate alle autorità di Pubblica Sicurezza.

Lotta all'occupazione abusiva

La dichiarazione anagrafica è irricevibile se mancano le corrette dichiarazioni sulla legittima disponibilità dell’immobile (vedi pagina 4 del modulo Dichiarazione di residenza).

Chiunque occupa abusivamente un immobile senza titolo, non può chiedere la residenza né l’allacciamento a pubblici servizi in relazione all’immobile medesimo e gli atti emessi in violazione di tale divieto sono nulli a tutti gli effetti di legge
[art. 5 DL 28.03.2014, n. 47 “Misure urgenti per emergenza abitativa, per il mercato delle costruzioni e per Expo 2015” - G.U. 28.03.2014 - in vigore dal 29.03.2014 - convertito in legge 23 maggio 2014 n. 80]

Cosa occorre sapere

Nella tessera elettorale la variazione è automatica se la famiglia era già residente a Imola; diversamente l'ufficio elettorale invierà la nuova tessera (quella precedente va restituita)

Il cambio di residenza non comporta modifiche alla carta di identità e al passaporto.

Entro 180 giorni la Motorizzazione Civile invia a casa del richiedente i tagliandi adesivi da apporre sui documenti (in caso di non ricevimento entro 180 giorni, telefonare al 800.232323 da lunedì a venerdì ore 8.30-13.30 e 14.30-17.30)

ultima modifica 24/07/2015 13:48 — pubblicato 24/06/2015 17:20