Come Fare Per
Servizi al cittadino

Accesso civico

Accesso civico semplice e generalizzato

Accesso civico semplice e generalizzato

L’accesso civico semplice è il diritto di chiunque di richiedere documenti, informazioni o dati che l'ente abbia omesso di pubblicare pur avendone l’obbligo.

L’accesso civico generalizzato è il diritto di chiunque di accedere a dati e a documenti posseduti dalla pubblica amministrazione ulteriori rispetto a quelli oggetto di pubblicazione obbligatoria.

Entrambe le tipologie differiscono dall’accesso agli atti ex art. 22 L. 241/1990 riconosciuto ai titolari di un interesse diretto concreto ed attuale, corrispondente ad una situazione giuridicamente tutelata e collegata al documento.

Come esercitare il diritto

Accesso civico semplice

La richiesta è gratuita, non deve essere motivata e va indirizzata al Responsabile della prevenzione della corruzione e trasparenza (RPCT).

Può essere redatta sul modulo predisposto e inoltrata all'Ente competente tramite:

Il RPCT trasmette la richiesta al dirigente responsabile della pubblicazione per materia, che entro 20 giorni (comunque entro il termine di 30 giorni dall’istanza), pubblica il documento, l'informazione o il dato richiesto nel sito web www.comune.imola.bo.it - Amministrazione Trasparente e comunica al RPCT l'avvenuta pubblicazione, indicando il relativo collegamento ipertestuale.

Se quanto richiesto risulta già pubblicato ne dà comunicazione al RPCT, indicando il relativo collegamento ipertestuale.

Il RPCT, una volta avuta comunicazione da parte del Dirigente responsabile della pubblicazione, comunica al richiedente l'avvenuta pubblicazione, indicando il relativo collegamento ipertestuale.

Accesso civico generalizzato

La richiesta è gratuita, non deve essere motivata e va indirizzata alternativamente:

Può essere redatta sul modulo predisposto e inoltrata all'Ente competente tramite:

L’istanza di accesso civico deve identificare i dati, le informazioni o i documenti richiesti.

Non sono ammissibili richieste meramente esplorative, volte semplicemente a "scoprire" di quali informazioni l’amministrazione dispone.
Le richieste non devono essere generiche, ma consentire l’individuazione del dato, del documento o dell’informazione, con riferimento, almeno alla loro natura e al loro oggetto.

L’amministrazione non è tenuta a formare o procurarsi informazioni che non siano in suo possesso e non ha l’obbligo di rielaborare i dati ai fini dell’accesso generalizzato, ma solo di consentire l’accesso ai documenti nei quali siano contenute le informazioni possedute e gestite.

Se la richiesta riguarda interessi di altri soggetti, il Dirigente che detiene i dati o i documenti è tenuto a darne comunicazione agli stessi, i quali potranno presentare motivata opposizione alla richiesta di accesso.

Il procedimento deve concludersi con provvedimento espresso e motivato del Dirigente/Responsabile del servizio competente entro 30 giorni.
Se la richiesta è accolta l’amministrazione provvede a trasmettere al richiedente i dati o documenti richiesti.
Il provvedimento deve essere comunicato al RPCT.

Diniego o differimento dell'accesso

L’accesso civico può essere negato o differito nei casi di esclusione o limitazione previsti dall’art. 5bis del D.Lgs. 33/2013.

Nei casi di diniego totale o parziale dell'accesso o di mancata risposta entro il termine, il richiedente può presentare richiesta di riesame al RPCT che decide con provvedimento motivato, entro il termine di venti giorni

ultima modifica 17/10/2017 15:49 — pubblicato 17/10/2017 15:50

Riferimenti

Segreteria affari istituzionali e generali

via Mazzini, 4 - 1° piano

Recapiti

Telefono 0542.602 243

Fax 0542.602 289

PEC

Orari

  • da lunedì a venerdì 8.30-13.00;
  • martedì e giovedì anche 15.00-17.30;
  • chiuso sabato mattina