Aree tematiche

ambiente.png

Piccioni: misure per il contenimento

L'ordinanza n. 2/2019 vieta l'alimentazione dei piccioni e dispone misure per il contentimento della proliferazione del volatile (columbia livia var. domestica)

Al fine di favorire l'allontanamento e il contenimento della popolazione di colombi o piccioni in ambito urbano, il Comune di Imola dispone

  • il divieto di alimentare piccioni e altri volatili selvatici, anche gettando al suolo, sia pubblico che privato, granaglie, sostanze di scarto e avanzi alimentari.

I proprietari o titolari di diritti sugli immobili del territorio urbano esposti alla nidificazione ed allo stazionamento dei piccioni:

  • devono mantenere pulite da guano o uccelli morti le aree private sottostanti i fabbricati e le strutture in cui sono presenti i volatili;
  • devono schermare ogni apertura di soffitte, solai, sottotetti, con reticelle o altra modalità idonea, in modo da impedirne l'accesso ai volatili;
  • sono invitati ad installare, dove possibile, dissuasori sui punti di posa (cornicioni, terrazzi,pensiline, davanzali, ecc.), in modo da impedirne lo stazionamento.

Le disposizioni rigurardano tutta la zona urbana di Imola e frazioni (delimitata, ai sensi del codice della strada, dai cartelli di inizio del centro abitato).

Il proliferare di piccioni o colombi allo stato libero può generare problemi di carattere igienico-sanitario, disagi connessi all'accumulo di guano maleodorante e potenziale rischio di malattie infettive e parassitarie.

I casi di inottemperanza sono soggetti a sanzioni amministrative.

Ordinanza n. 2 del 08.02.2019

Pubblicato da

ultima modifica 11/02/2019 13:06 — pubblicato 11/02/2019 13:05