Impianti termici a pellett e legna e dispersioni termiche in locali pubblici: ordinanze di limitazione

In attuazione del Piano Aria Integrato regionale (Pair2020)

Limitazioni delle dispersioni termiche in edifici con accesso al pubblico

E' vietato installare o utilizzare impianti per la climatizzazione invernale o estiva in spazi di pertinenza dell’organismo edilizio (quali, ad esempio, cantine, vani scale, box, garage e depositi), in spazi di circolazione e collegamento comuni a più unità immobiliari (quali, ad esempio, androni, scale, rampe), in vani e locali tecnici;

E' obbligatorio mantenere la chiusura delle porte di accesso al pubblico negli esercizi commerciali e negli edifici con accesso al pubblico nei seguenti casi:

  • nel periodo di accensione degli impianti di riscaldamento, ovvero dal 15 ottobre al 15 aprile di ogni anno, ai sensi del DPR 74/2013, come desunto dall’ordinanza sindacale relativa all’accessione degli impianti di riscaldamento;
  • nel periodo estivo, ovvero dal 1 giugno al 30 settembre di ogni anno, qualora nei locali sia attivo un impianto di climatizzazione.

Sono esclusi gli esercizi commerciali dotati di dispositivi alternativi alle porte di accesso per l'isolamento termico degli ambienti o quando le porte non si affacciano direttamente verso l'esterno (ad esempio negozi all'interno di centri e/o insiemi commerciali) o verso ambienti climatizzati.

Il mancato rispetto degli obblighi e divieti comporta sanzione amministrativa.

Ordinanza del Sindaco n. 16 del 28/09/2018


Utilizzo di impianti di riscaldamento domestico alimentati a biomasse legnosa

Dall'1 ottobre al 31 marzo è vietato utilizzare combustibili solidi (biomassa legnosa) per il riscaldamento domestico negli impianti con efficienza energetica inferiore a 2 STELLE e nei focolari aperti o che possono funzionare aperti (caminetti aperti).
Il divieto non trova applicazione nel caso in cui all’interno delle unità abitative non siano presenti altri impianti per il riscaldamento alimentati con altri combustibili ammessi (ad es. metano).

E' vietato installare generatori con classe di prestazione emissiva inferiore alla classe 3 STELLE.
I valori delle prestazioni emissive dell’apparecchio sono, di norma, precisati nel libretto di istruzioni; in mancanza di questo sarà ritenuta valida la certificazione rilasciata dal venditore o dalla casa costruttrice, suscettibile di verifica.

Il mancato rispetto degli obblighi e divieti comporta sanzione amministrativa.

Ordinanza del Sindaco n. 17 del 28/09/2018

Per approfondire

Liberiamo l'aria

Pubblicato da

ultima modifica 16/10/2018 17:12 — pubblicato 28/09/2018 15:55
archiviato sotto: