Misure emergenziali

In vigore dall'1 ottobre 2019 al 31 marzo 2020

Misure emergenziali previsti dal Piano regionale

Anche quest'anno sono previste le misure emergenziali previste dal PAIR che scattano se, dai controlli che ArpaE effettua ogni lunedì e giovedì, risultano sforamenti dei limiti di PM10 avvenuti nei 3 giorni consecutivi precedenti il controllo.

In questo caso, dal giorno successivo il controllo (da martedì o da venerdì), le limitazioni vengono ESTESE anche ai veicoli:

  • benzina Euro 0 ed Euro 1
  • diesel Euro 0, Euro 1, Euro 2, Euro 3, Euro 4
  • ciclomotori e motocicli omologati Euro 0.

Se i giorni di controllo e/o di emissione di eventuale attivazione delle misure emergenziali ricadono in giornate festive, la giornata di controllo e di decorrenza delle ulteriori limitazioni vengono rimandate al primo giorno successivo non festivo (sabato escluso).
In caso di previsioni metereologiche e di qualità dell’aria favorevoli alla riduzione delle concentrazioni in aria di PM10, Arpae può decidere di non attivare le misure emergenziali nonostante i quattro giorni di superamento consecutivi.

Se gli sforamenti dovessero protrarsi per oltre 10 giorni, scatteranno ulteriori provvedimenti inerenti i generatori di calore.

Bollettino aria

Il bollettino è emesso il lunedì e il giovedì entro le ore 11,00 e indica il livello di allerta in vigore dal giorno successivo (martedì o venerdì).

Arpae - bollettino aria

 

misure emergenziali

 

Le misure di emergenza per la qualità dell’aria

Video a cura di ARPAE, RER e ANCI ER

 

Contenuti correlati

ultima modifica 10/10/2019 08:25 — pubblicato 16/10/2018 17:15