Aree tematiche

testata sezione rifiuti

Salute e discarica: esperti a confronto

Contenuto d'archivio

Sabato 1 giugno al Teatro dell’Osservanza, incontro pubblico per affrontare e sviscerare il tema della discarica Tre Monti, sulle colline di Imola.

Incontro pubblico per affrontare e sviscerare, da tutti i punti di vista, il tema della discarica Tre Monti, sulle colline di Imola:

"Salute e Discarica: esperti a confronto”, sabato 1 giugno  - ore 9 - Teatro dell’Osservanza.
L’iniziativa è organizzata da Comune di Imola, Azienda Usl di Imola e Arpae Emilia Romagna.

Programma dei lavori

Saluto dell’Amministrazione Comunale di Imola
Andrea Longhi, assessore all’Ambiente

Introduzione
Dott. Andrea Rossi, Direttore Generale dell'Ausl di Imola

La sorveglianza ambientale e sanitaria: principi, strumenti, limiti e obiettivi
Dott. Fabrizio Bianchi, Istituto di fisiologia clinica, CNR, Pisa

Esposizioni ambientali ed effetti sulla salute: priorità, evidenze, prevenzione
Dott. Francesco Forastiere, Direttore scientifico rivista Epidemiologia & Prevenzione

Lo studio SESPIR sullo stato di salute della popolazione residente intorno a impianti di trattamento rifiuti
Dott. Andrea Ranzi, Centro Tematico Regionale Ambiente Prevenzione e Salute, Arpae E-R

Studio di sorveglianza sanitaria della popolazione residente nell'area limitrofa alla Discarica Tre Monti
Prof. Marco Vinceti, Sezione Sanità Pubblica Dipartimento di Scienze Biomediche, Metaboliche e Neuroscienze Università di Modena e Reggio Emilia

Presidi Ambientali e Monitoraggio della Discarica Tre Monti
Dott.ssa Adelaide Corvaglia, Prevenzione Ambientale Metropolitana Arpae E-R

I controlli sui prodotti agroalimentari e sull’acqua
Dott. Gabriele Peroni, Dipartimento di Sanità Pubblica Ausl di Imola

Segue dibattito
modera il dott. Andrea Rossi, Direttore Generale dell'Ausl di Imola

Saranno presenti anche il Dott. Paolo Pandolfi, Direttore del DSP e della UO Epidemiologia dell'Ausl di Bologna e la Dott.ssa Paola Angelini, Servizio Prevenzione collettiva e Sanità pubblica RER

“Con questo incontro aperto a tutti i cittadini vogliamo porre a confronto i diversi punti di vista, anche fra loro differenti e distanti, relativamente al tema discarica, alle sue conseguenze sulla salute dei cittadini e all’eventuale necessità di misure di sicurezza proprio su questo versante. Per farlo, abbiamo chiamato i maggiori esperti in materia in campo nazionale, che hanno fra loro idee, visioni e soluzioni differenti riguardo al tema in oggetto. Proprio dal confronto fra queste differenti posizioni, i cittadini potranno farsi una libera opinione, in base ai dati scientifici portati dai relatori, riguardo ad un tema che è stato fin qui diviso”  - sottolinea Andrea Longhi, assessore all’Ambiente del Comune di Imola e promotore dell’incontro pubblico, che ha trovato la piena collaborazione di Ausl di Imola e Arpae Emilia Romagna - “Il nostro obiettivo è sapere come stanno oggettivamente le cose. Dall’incontro pubblico mi aspetto che possano uscire, se ci sono, delle rassicurazioni riguardo al tema salute. Nel caso non ci siano rassicurazioni, allora conoscere quali provvedimenti dovranno essere attivati per garantire la piena tutela della salute dei cittadini, fin quando è presente la discarica”.

“Abbiamo accolto con grande favore la proposta dell’Amministrazione Comunale di organizzare insieme questo incontro, di cui condividiamo gli obiettivi di diffondere  informazioni corrette dal punto di vista tecnico e scientifico e di fare il punto sui possibili impatti sulla salute della discarica” - spiega Andrea Rossi, direttore generale dell’Ausl di Imola - “insieme al Comune e ad Arpae abbiamo quindi condiviso di chiamare studiosi di rilievo nazionale in questo settore e di portare, a nostra volta, le considerazioni tecniche di competenza, che forniscano un quadro di insieme utile ad ogni cittadino per sviluppare la propria opinione su questo tema molto dibattuto”.    

All’incontro sono stati invitati anche tutti i comitati che in questi anni si sono occupati della vicenda e, proprio per dare spazio ai cittadini, il programma dei lavori prevede che circa un’ora di tempo sia dedicata alle risposte, da parte degli esperti, alle domande formulate dal pubblico.

ultima modifica 30/05/2019 08:46 — pubblicato 29/05/2019 14:30