Aree tematiche

famiglia

Accesso al lavoro

Informazioni generali

Entrare nel mondo del lavoro

Per accedere al mondo del lavoro è necessario aver assolto l’obbligo scolastico e avere l'età minima prevista dalle norme vigenti.
Attualmente è di 16 anni, con eccezione per quanto riguarda spettacolo, cultura e sport, nonché quando l’assunzione avvenga con contratto di apprendistato per la qualifica e il diploma professionale iniziando a lavorare a 15 anni (i quindicenni possono assolvere all’obbligo scolastico anche nei percorsi di apprendistato).

Chi cerca lavoro deve presentarsi presso i Centri per l'impiego  del territorio dove ha il domicilio.

La normativa prevede colloqui di orientamento in cui vengono offerti servizi di sostegno all’inserimento lavorativo (orientamento, proposte di percorsi di formazione, offerte di lavoro).
Per ogni iscritto viene compilata una scheda professionale contentente informazioni relative alle competenze ed esperienze.


Informazioni generali

  • La normativa relativa ad apprendistato e forme di contratto di lavoro sono definite nella riforma del mercato del lavoro
  • E' abolito il libretto di lavoro: al momento dell’assunzione il datore di lavoro consegna la lettera di assunzione, da conservare accuratamente. Per chi lo possiede, il vecchio libretto può essere conservato per i lavori svolti in passato.
  • Liste di collocamento: le liste di collocamento sono soppresse escluso quelle dei disabili (L. 68/99) e dei lavoratori in mobilità.
  • Tirocini formativi: sono una fase di pre-lavoro, quindi senza retribuzione: si tratta di periodi formativi ma anche di verifica attitudo-comportamentali da parte dei datori di lavoro e vanno attivati secondo quanto previsto dalla normativa in vigore.
  • Prestazioni occasionali di tipo accessorio
    Dal 10 luglio 2017 sono in vigore due strumenti si differenziano essenzialmente in base ai datori di lavoro, alle modalità e ai tempi di comunicazione della prestazione, all’oggetto della prestazione e al suo valore economico.
  • Per informazioni sull’ASPI - Assicurazione per l'Impiego (ex indennità di disoccupazione) e MINIApsi, occorre rivolgersi all'INPS o ai Patronati Sindacali. Strumenti e informazioni sul sostegno al reddito sono disponibili su Città metropolitana di Bologna/lavoro - persone
    Dal 2017 viene sperimentato l'assegno di ricollocazione: un aiuto concreto per chi cerca lavoro. Ne possono usufruire i percettori di Naspi da almeno quattro mesi che non ricevono altri strumenti di politica attiva del lavoro
  • Il licenziamento può essere impugnato entro 60 giorni. In caso di mancato accordo di conciliazione l'eventuale ricorso va presentato al tribunale entro 180 giorni.
  • Per contrastare il fenomeno delle "dimissioni in bianco" le dimissioni dal lavoro sono valide solo se convalidate - a seconda dei casi - presso i Centri per l’impiego o la Direzione Provinciale del Lavoro.
ultima modifica 10/07/2017 13:28 — pubblicato 10/04/2017 14:30