Aree tematiche

urna

Elezioni politiche 2018: agevolazioni per i trasporti

Per agevolare gli elettori residenti fuori città: viaggi ferroviari, autostradali, via aereo e via mare

In occasione delle elezioni politiche del 4 marzo 2018, le persone che si recheranno a votare nel proprio comune di iscrizione elettorale potranno usufruire delle agevolazioni di viaggio applicate da enti o società che gestiscono i servizi di trasporto ferroviario, aereo, marittimo e su reti autostradali.

Sia per gli elettori residenti nel territorio nazionale che per quelli residenti all’estero, in occasione del viaggio di ritorno l’elettore deve sempre esibire, oltre al documento di riconoscimento, la tessera elettorale regolarmente vidimata col bollo della sezione e la data di votazione o una dichiarazione del presidente del seggio attestante l’avvenuta votazione.

Circolare del Ministero dell'Interno

Nella circolare n.13/2018 del Ministero dell'Interno sono indicati i termini temporali e le modalità per ottenere le agevolazioni, sia per gli elettori residenti in Italia che per quelli residenti all'estero.

Di seguito il riepilogo.


Agevolazioni per viaggi ferroviari

Trenitalia Spa

I biglietti acqistati con le agevolazioni potranno essere utilizzati per viaggiare dal 23 febbraio al 14 marzo 2018; sono previste agevolazioni sia per le persone residenti nel territorio nazionale che per quelle residenti all'estero.
Le agevolazioni, le modalità di richiesta e acquisto sono descritte sul sito ufficiale www.trenitalia.com

Nuovo Trasporto Viaggiatori Spa (NTV) - .Italo

I biglietti a tariffa agevolata, acquistabili dal 12 gennaio al 4 marzo,  potranno essere utilizzati per viaggiare dal 23 febbraio al 13 marzo 2018.
Le agevolazioni, le modalità di richiesta e acquisto sono consultabili sul sito ufficiale www.italotreno.it

Trenord Srl

Trenord Srl,  operante in Lombardia, attiverà la vendita delle tariffe speciali elettorali, che prevedono una riduzione del 60% sulle tariffe regionali per il rilascio di biglietti nominativi di andata e ritorno, in seconda classe (con esclusione dei treni del servizio aeroportuale Malpensa Express), applicando le medesime condizioni richiamate per Trenitalia Spa.
Maggiori informazioni sul sito ufficiale www.trenord.it.


Agevolazioni autostradali

Per i soli residenti all'estero

Le Concessionarie autostradali aderiranno alla richiesta di gratuità del pedaggio, sia all’andata che al ritorno, per gli elettori residenti all’estero. Le modalità sono valide su tutta la rete nazionale, con esclusione delle autostrade controllate con sistema di esazione di tipo “aperto”.
Le persone residenti all’estero che intendano rientrare in Italia per esercitare il diritto di voto ed usufruire dell’agevolazione, dovranno esibire al casello autostradale idonea documentazione elettorale (tessera elettorale o, in mancanza, cartolina-avviso inviata dal Comune di iscrizione elettorale o dichiarazione dell’Autorità consolare attestante che il connazionale interessato si reca in Italia per esercitare il diritto di voto) e un documento di riconoscimento; al ritorno, dovranno esibire, oltre al passaporto o altro documento equipollente, anche la tessera elettorale munita del bollo della sezione presso la quale hanno votato.
Le agevolazioni sono valide:

  • per il viaggio di andata, dalle ore 22 del quinto giorno antecedente il giorno d’inizio delle operazioni di votazione
  • per il viaggio di ritorno, fino alle ore 22 del quinto giorno successivo a quello di chiusura delle operazioni di votazione.

Agevolazioni per l'acquisto di biglietti aerei

Alitalia Società Aerea Spa applicherà le tariffe agevolate di cui all’art. 2, secondo comma, della legge 26 maggio 1969, n. 241, per i viaggi con il mezzo aereo sui propri voli nazionali.
La riduzione tariffaria prevede uno sconto massimo di € 40 sul prezzo base del biglietto di andata e ritorno, escluse le tasse.
Gli elettori interessati possono acquistare il biglietto per viaggiare nel periodo compreso tra il 24 febbraio e il 10 marzo 2018.

Al check-in e/o all’imbarco, oltre al biglietto di viaggio, dovranno esibire la tessera elettorale o, qualora ne fossero sprovvisti, solo per il viaggio di andata, potranno presentare al personale di scalo una dichiarazione sostitutiva.
Al ritorno, dovrà essere esibita la tessera elettorale regolarmente vidimata a dimostrazione dell’avvenuta votazione.

Le agevolazioni, le modalità di richiesta e acquisto sono consultabili sul sito ufficiale www.alitalia.com


Agevolazioni per i viaggi via mare

Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha diramato alla Società Compagnia Italiana di Navigazione Spa (che effettua il servizio pubblico di collegamento con la Sardegna, la Sicilia e le Isole Tremiti) le direttive per l’applicazione, nell’ambito del territorio nazionale e negli scali marittimi di competenza della Società medesima, delle consuete agevolazioni a favore degli elettori residenti in Italia e di quelli provenienti dall’estero che dovranno recarsi a votare nel comune d’iscrizione elettorale:

  • riduzione del 60% sulla “tariffa ordinaria” dei biglietti delle persone che si recano a votare (sia nazionali che esteri)
  • ai biglietti con diritto di tariffa agevolata in qualità di residenti, le biglietterie applicheranno sempre la relativa “tariffa residenti” tranne che la “tariffa elettori” risulti più vantaggiosa.

L’agevolazione, che si applica in prima e seconda classe (poltrone, cabine, passaggio ponte), ha un periodo complessivo di validità di venti giorni e viene accordata dietro presentazione della documentazione elettorale e di un documento di riconoscimento.
Nel viaggio di ritorno dovrà essere esibita la tessera elettorale, recante il timbro dell’ufficio elettorale di sezione.

La Regione Sicilia ha fornito analoghe direttive alla Società Caronte & Tourist Isole Minori Spa (che assicura il servizio pubblico di linea tra la Sicilia e le sue isole minori).

Altre agevolazioni a favore di residenti all'estero

Ai sensi della legge 27 dicembre 2001, n. 459 (art. 20, comma 1-bis, introdotto dall’art. 2, comma 37, lett. f) della legge 6 maggio 2015, n. 52) e del D.P.R. 2 aprile 2003, n. 104 (art. 22)

Gli elettori residenti negli Stati con cui l’Italia non intrattiene relazioni diplomatiche, oppure negli Stati nei quali non è garantito che l’esercizio del voto per corrispondenza si svolga in condizioni di eguaglianza, di libertà e  di segretezza, ovvero che nessun pregiudizio possa derivare per il posto di lavoro e per i diritti individuali degli elettori e degli altri cittadini italiani in conseguenza della loro partecipazione a tutte le attività previste dalla legge n. 459/01, hanno diritto ad ottenere il rimborso del 75% del costo del biglietto di viaggio stesso riferito alla seconda classe per il trasporto ferroviario (o marittimo) oppure riferito alla classe turistica per il trasporto aereo.
Occorrerà presentare istanza alla competente autorità consolare, corredata della tessera elettorale munita del timbro della sezione attestante l’avvenuta votazione nonché del biglietto di viaggio.

Pubblicato da

ultima modifica 15/02/2018 17:37 — pubblicato 14/02/2018 16:15