Aree tematiche

partecipa

Presentazione dell'amministrazione

Il Sindaco e l'Assessore alla Partecipazione

Promuovere l’educazione alla convivenza e il rispetto della legalità, la mediazione dei conflitti e il dialogo tra le persone, l’integrazione e l’inclusione sociale: questi sono gli obiettivi della legge regionale 24, nata con il proposito di coinvolgere il volontariato per costruire una comunità più coesa e solidale.

In attuazione di quella legge il Comune di Imola ha dato vita a ImolAttiva, un progetto ampio e articolato, condiviso da Forum e associazioni di volontariato, per accrescere le occasioni di incontro, riempire gli spazi pubblici di attività e iniziative, prevenire comportamenti scorretti e ripristina­re buona educazione e senso civico.
Dopo i necessari passaggi progettuali e formali, oggi ImolAttiva è una realtà.

Non un progetto calato dall’alto, bensì elaborato e gestito in ogni fase con le associazioni del territorio. Un progetto del quale i volontari civici non sono che una parte di un programma che prevede azioni con le scuole, nel campo dell’educazione ambientale, del dialogo interculturale, dell’attività sportiva, grazie al protagonismo e alla creatività del nostro ricco associazionismo.
Parlando più specificamente del ruolo dei volontari civici, questo non ha nulla a che vedere con l’attività di vigilanza sul territorio che spetta alle forze dell’ordine e che il Governo vorrebbe affidare alle cosiddette “ronde”. La sicurezza alla quale pensa la legge regionale, alla quale noi ci atteniamo, è la sicurezza sociale, che vogliamo promuo­vere attraverso la presenza di figure amiche e rassicuranti, ben riconoscibili, in luoghi affollati, come il mercato cittadino e quelli rionali, in momenti delicati, come l’uscita dei ragazzi dalle scuole, in aree adibite alla tutela del verde e allo svago delle persone, come i parchi pubblici.
Per questo abbiamo scelto di lavorare direttamente con le associazioni, che hanno fatto da tramite nell’individuazione delle persone da destinare a questo importante servizio per la comunità, perché esse svolgono già, con le loro attività di varia natura – sociale, sportiva, ricreativa, culturale –, un’insostituibile funzione di controllo e promozione sociale.
Dopo un corso di formazione, il primo gruppo di volontari è ora pronto a dare una mano, in stretto contatto con gli agenti della Polizia Municipale, perché la città sia sempre più bella, animata, davvero “dei cittadini”.

Il Sindaco
Daniele Manca

L'Assessore alla Partecipazione
Roberto Visani
ultima modifica 17/05/2016 11:43 — pubblicato 17/05/2016 11:43