Aree tematiche

Nella Marcellino

Torino 21 febbraio 1923 – Roma 23 luglio 2011

AREA VERDE NELLA MARCELLINO
fra via del Lavoro, via Selice e via Zaccagnini

Pubblco dominio, http://files.rassegna.it/userdata/sites/rassegnait/images/foto/w560-h359/2011/07/marcellino_217931.jpg
Nella Marcellino

Partigiana, sindacalista

Figlia di due operai torinesi, impegnati nella lotta al fascismo, e perseguitati dalla polizia politica, trascorre l'infanzia in Francia e successivamente in Belgio, a seguito dell’ esilio della famiglia.
Nel 1937 si avvicina alla Resistenza francese; trasferitasi a Parigi nei primi anni ‘40, partecipa alle iniziative contro la guerra nazifascista. In questi anni conosce gli esponenti comunisti italiani emigrati Giorgio Amendola, Luigi Longo, Giancarlo Pajetta, Giuseppe Di Vittorio e Arturo Colombi che diverrà suo marito.

Rientra nel 1941 in Italia, ed è tra gli organizzatori degli scioperi generali del 1942 e 1943 nel capoluogo piemontese. Attiva nel movimento della Resistenza cittadina, al termine del conflitto è eletta alla Camera dei deputati nelle file del Partito Comunista Italiano, la più giovane deputata della I Legislatura della Repubblica.

Dirigente di partito a livello nazionale, ricopre anche il ruolo di dirigente nazionale della CGIL fino al 1992.

La Giunta prende atto che la denominazione riguarda persona che è deceduta da meno di dieci anni, pertanto richiede al Ministero dell’Interno tramite la Prefettura , di consentire la deroga alle disposizioni di cui alla L.n.1188/1927.

ultima modifica 21/06/2017 15:20 — pubblicato 21/06/2017 15:20