Codice della strada
alla ri-scoperta delle norme che regolano la circolazione stradale, con e senza veicoli

A pedalata assistita

Le norme che regolano la circolazione dei velocipedi a pedalata assistita

Velocipedi a pedalata assistita

bici elettrica  artigianale

Comunemente ed erroneamente conosciuta come “bicicletta elettrica”, viene detta anche “e-bike”, ed è un tipo di bicicletta a cui sono applicati un motore elettrico, una batteria al litio e una serie di sensori che rilevano all’istante la forza che mettiamo sui pedali; 

Quando una e-bike circola senza accendere il motore, funziona come una normale bicicletta, quando invece lo si aziona, il ciclista viene "aiutato" nella sua pedalata.

Secondo il Codice

Il Codice della strada assimila ai velocipedi solo le biciclette a pedalata assistita, cioè dotate di un motore ausiliario elettrico avente potenza nominale continua massima di 0,25 KW la cui alimentazione è progressivamente ridotta ed infine interrotta quando il veicolo raggiunge i 25 km/h o prima se il ciclista smette di pedalare.

In sostanza, il motore deve funzionare “solo” quando si pedala e non deve superare le caratteristiche di cui sopra.

Il ciclista deve osservare le regole previste per i velocipedi quindi non ha alcun obbligo sull’uso del casco omologato, e non si applicano le norme sulla targa, patente ed assicurazione. Tuttavia, lndossare il casco è sempre una buona idea.

Come riconoscere una “e-bike”

Le caratteristiche di potenza del motore e il limite alla velocità massima consentita devono essere garantite dal costruttore ma un elemento determinante per riconoscere una “e-bike” è l’impossibilità di azionare il motore in maniera diversa dalla pedalata.
Non devono essere presenti, quindi, dispositivi che permettano di regolare la velocità (acceleratori) senza l’uso della pedalata.

bici elettrica

Se non ha le caratteristiche di una e-bike

Le biciclette con caratteristiche che non corrispondono a quelle previste sono considerate “ciclomotori” a tutti gli effetti, a prescindere dal fatto che il conducente stia pedalando o meno,

Di conseguenza, è necessaria l’omologazione e l’immatricolazione e per poter circolare su strada, devono essere muniti di certificato di circolazione e targa; devono essere regolarmente assicurati ed è obbligatorio indossare il casco protettivo ed avere la patente di guida.

Per tali violazioni sono previste significative sanzioni pecuniarie oltre al sequestro del mezzo.

Da ricordare ...

I ciclisti che circolano fuori da centri abitati, da mezz'ora dopo il tramonto del sole a mezz'ora prima del suo sorgere, e sempre nelle gallerie, hanno l'obbligo di indossare un giubbotto o bretelle retroriflettenti ad alta visibilità.

 

ultima modifica 07/08/2019 10:51 — pubblicato 15/04/2019 00:00